Roma: ambulante muore durante un blitz anti abusivi, scatta la protesta

Un ambulante senegalese di 54 anni, è morto oggi a Roma, nella zona del Lungotevere, in condizioni da chiarire. Secondo alcuni testimoni l’uomo, Nian Maguette, sarebbe stato investito da un motorino dei vigli urbani, mentre tentava di fuggire.
La polizia ha, però, smentito questa ipotesi, affermando che l’uomo ha avuto un malore.

Blitz mortale

I vigili urbani hanno effettuato un blitz anti abusivi in un tratto di Lungotevere, a Roma che si è trasformato in un appuntamento con la morte per un ambulante senegalese.
L’uomo, Nian Maguette, 54 anni, sarebbe morto in seguito ad un inseguimento. Questo, stando ad alcune testimonianze di ambulanti presenti al blitz.  Il senegalese sarebbe stato investito da un motorino dei vigili urbani in borghese mentre scappava dal controllo. Nella caduta avrebbe sbattuto la testa sul marciapiede e la botta ne avrebbe causato il decesso.
Questa dichiarazione però, è stata smentita dal Comando della polizia di Roma Capitale. Con una nota, si rende noto che non vi è stato nessun “coinvolgimento diretto tra l’operazione antiabusivismo avvenuta stamattina e il decesso del cittadino senegalese avvenuto a circa 500 metri di distanza”.
Secondo il Comando non vi è stato alcun inseguimento.

Autopsia sul senegalese

La Procura di Roma ha aperto un fascicolo sulla morte di Nian Maguette, cinquantaquattrenne venditore ambulante. morto durante un blitz dei vigli urbani. Da capire se vi sia stata responsabilità delle forze dell’ordine nel decesso dell’uomo, come affermano alcuni venditori presenti al momento dei fatti.
Va detto che,  al momento l’indagine è senza ipotesi di reato e senza indagati ed è coordinata dal pm Francesco Marinaro.
Sono stati già ascoltati alcuni testimoni, ma le versioni appaiono discordanti.
C’è chi afferma di aver visto l’uomo accasciarci da solo e chi, invece, dichiara che sia morto dopo un inseguimento.
Per accertare le cause della morte dell’ambulante sarà effettuata l’autopsia.
Non appena la notizia della morte dell’uomo si è diffusa tra gli altri venditori abusivi è scoppiata la protesta dei connazionali, che hanno provato a bloccare il traffico sul Lungotevere tra largo dei Vallati e largo Arenula, creando non pochi disagi.

VAI

Close
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: