Roma, pedofilo arrestato per atti osceni davanti a minori

Ancora un caso di pedofilia, questa volta a Roma, dove un 70enne ungherese è stato arrestato per atti osceni in luogo pubblico. L’uomo è stato sorpreso in flagrante – secondo le prime indagini – mentre si toccava osservando i bambini di una scuola elementare: si era nascosto tra i cespugli del vicino parco, con i pantaloni abbassati, quando un passante si è accorto del pedofilo ed ha subito chiamato il 112. Gli agenti sono corsi immediatamente sul posto e, dopo un breve inseguimento, lo hanno arrestato.

Il pedofilo aveva già commesso simili azioni in passato

I bimbi si divertivano fuori dalla scuola, insieme alle maestre e i compagni, inconsapevoli di essere osservati dal turpe individuo. Condotto al commissariato, gli agenti hanno poi scoperto che il 70enne non era nuovo a simili azioni nei confronti di minori: la tempestività con cui il passante ha chiamato le forze dell’ordine, oltre alla sollecitudine con cui la volante è intervenuta sul posto, ha evitato per fortuna che i piccoli si accorgessero del pedofilo appostato tra i cespugli, dietro una ringhiera. Negli ultimi tempi a Roma altri casi di pedofilia, dai risvolti agghiaccianti: ad esempio, solo qualche giorno prima, il bidello di un asilo (al Salario) avrebbe molestato sessualmente diverse bambine. L’uomo, dopo le opportune verifiche, è stato arrestato e condannato a sette anni e due mesi di reclusione.

Altro caso analogo qualche tempo fa in un asilo: bidello molestava le bimbe

Dopo diverse segnalazioni di alcuni genitori, allertati da alcuni racconti e dai comportamenti anomali delle figlie, erano partite le indagini. Le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza, installate all’interno dell’asilo, hanno poi confermato i sospetti nei confronti dell’uomo: si è poi scoperto, infatti, che il bidello pedofilo agiva sempre quando le maestre non erano presenti. Il pm aveva richiesto per l’uomo sei anni di carcere, il giudice invece l’ha condannato a sette anni e due mesi.

Via

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: