Spagna eliminata dal Mondiale, la delusione di Luis Enrique: “Calcio poco chiaro”

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

La Spagna eliminata clamorosamente dal Marocco esce agli ottavi dei Mondiali, che la vedevano essere come una delle favorite addirittura per la vittoria finale. Il commissario tecnico della Spagna Luis Enrique ha analizzato la sconfitta. Un k.o. che non è stato completamente digerito. Sembrava un Mondiale adatto al gioco della Spagna, il sette a zero del primo match contro il Costa Rica ha entusiasmato tutti, peccato che con il passare dei giorni il gioco spagnolo è stato abbondantemente metabolizzato dalle rivali. Così la Spagna ha perso contro il Giapponee si è qualificata seconda, ma negli ottavi di finale, il Marocco ha decretato la fine del cammino degli iberici.

Le parole di Luis Enrique

E’ arrivato il k.o. contro il Marocco ai calci di rigore. Una partita che la Spagna ha dominato dal punto di vista del gioco ma nel calcio bisogna segnare. All’ultimo minuto del tempo supplementare è arrivato il palo di Sarabia, dopo ai rigori fatali gli errori dello stesso giocatore del Psg, Soler e Busquets. E per Luis Enrique un’amara sconfitta, come testimoniano le parole al termine del match: Noi siamo la Spagna e la rappresentiamo, quindi dobbiamo complimentarci con il Marocco. Sono stati migliori di noi nella lotteria dei rigori. Il calcio è uno sport meraviglioso, però poco chiaro visto che una squadra può vincere senza attaccare. Abbiamo dominato completamente, però i rigori ci sono stati fatali. Sono molto orgoglioso dei nostri giocatori, gli faccio i complimenti. Ho scelto i primi tre tiratori, gli altri li hanno decisi loro. Bono è un portiere spettacolare e oggi è stato superbo. Abbiamo dato il 100% e dovremo aspettare un’altra opportunità. Mi dispiace tantissimo per i tifosi, ci abbiamo provato. Futuro? Non voglio parlarne, non è il momento, ora voglio solo andare a casa”.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Milano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *