Ssc, accordo di collaborazione con la Scuola IMT Alti Studi di Lucca

Ssc, accordo di collaborazione con la Scuola IMT Alti Studi di Lucca

Condividi su:

 

CATANIA – Nuovo prestigioso accordo di cooperazione per la Scuola Superiore dell’Università di Catania. Il rettore dell’ateneo catanese Francesco Priolo e il rettore della Scuola IMT (Istituzioni, Mercati, Tecnologie) Alti Studi Lucca, Rocco De Nicola, hanno sottoscritto nei giorni scorsi un’intesa quadriennale per avviare collaborazioni in relazione a ricerche nel campo umanistico e scientifico-tecnologico.

La Scuola IMT è un’istituzione universitaria, di ricerca e alta formazione, con ordinamento speciale il cui oggetto principale di studio è l’analisi dei sistemi culturali, economici, sociali e tecnologici, attiva – al pari della Ssc – nello svolgere programmi formativi e progetti di ricerca, sia di tipo disciplinare sia di tipo interdisciplinare e con metodologie sia tradizionali sia innovative, finalizzati all’ampliamento delle conoscenze, alla formazione di nuove competenze, alla promozione e valorizzazione dei risultati delle ricerche nei settori di interesse.

Ssc, accordo di collaborazione con la Scuola IMT Alti Studi di Lucca

L’accordo siglato – spiega il presidente della Scuola etnea Daniele Malfitana, promotore dell’intesa insieme con la prof.ssa Maria Luisa Catoni – permetterà di sviluppare iniziative di collaborazione scientifica attraverso la realizzazione di studi, indagini e ricerche su problemi e progetti specifici; la partecipazione congiunta a programmi di ricerca nazionali e internazionali; l’organizzazione di conferenze, dibattiti, seminari, attività di divulgazione, coinvolgimento pubblico, comunicazione e promozione. Inoltre, potranno avviarsi programmi di scambio di studenti e dottorandi tra le due Scuole, oltre che di ricercatori e docenti e l’attivazione di corsi di formazione in ambito universitario ed extra-universitario nei settori umanistici e scientifici di interesse reciproco.

«La Scuola Superiore dell’Università di Catania – continua il prof. Malfitana – persegue il progresso della scienza e la valorizzazione dei giovani talenti secondo criteri basati esclusivamente sul merito e fornisce alle allieve e agli allievi un avvio precoce alla ricerca e percorsi ed attività formative complementari rispetto a quelli previsti dagli ordinamenti universitari. Come per gli accordi già operativi con la Scuola Normale Superiore e la Scuola Sant’Anna di Pisa e quelli con l’École normale supérieure, l’Ecole Pratique des Hautes Etudes e l’Université Paris Sciences & Lettres, la sinergia che avviamo tra la Scuola IMT e la SSC può stimolare importanti occasioni di confronto, di sviluppo e di approfondimento relativamente a tematiche di ricerca e a iniziative formative a beneficio dei nostri giovani».

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24