Mikaela Naze Silva, velina bionda di Striscia la notizia

Striscia la notizia specchio del razzismo: insulti alla nuova velina di colore

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Striscia la notizia, solitamente, va a caccia di notizie che causano polemiche. Questa volta, però, la trasmissione di Antonio Ricci è finita nell’occhio del ciclone, prima ancora di iniziare. Il motivo è la scelta delle nuove veline. Anzi, di una in particolare: Mikaela Naze Silva, ventitreenne ragazza nata in Russia da papà angolano e madre afghana. Un mix, dunque, di etnie, che non ha fatto piacere al pubblico.

Striscia la notizia nel mirino

Le veline sono da sempre un’istituzione a Striscia la Notizia. Quest’anno è atteso il cambio della guardia. Non ci saranno più, infatti, Irene Cioni e Ludovica Frasca. Al loro posto una nuova coppia. A svelarla è stata l’inviato della trasmissione Luca Abete.
La grande novità è che non ci sarà una velina bionda. La bruna sarà Shaila Gatta, 21enne originaria di Secondigliano, nota già al grande pubblico per aver partecipato alla trasmissione “Amici” nelle vesti di ballerina.
Al posto della “solita bionda”, ci sarà, invece, Mikaela Neaze Silva, 23enne nata a Mosca e e residente dall’età di sei anni a a Camogli. La particolarità della ragazza è di essere un mix di etnie: padre angolano, madre afghana.
La sua nomina ha scatenato i “benpensanti” che vorrebbero una ragazza “ariana”. Cosa significa questo termine nel XXI secolo, vallo a capire. Si è sunque, scatenato un dibattito ignobile su una ragazza, che, dal canto suo, ha un curriculum di tutto rispetto.

[adrotate banner=”16″]

Mikaela: curriculum di tutto rispetto

Miklaela è una ballerina di professione, come si può vedere, visitando la sua pagina facebook. Il suo ultimo post, però, risale al dicembre 2016. Da allora, più nulla. La ragazza parla cinque lingue (portoghese, italiano, francese, inglese e spagnolo ) ed ha lavorato  in Cina come modella e ballerina. Non rispecchia, quindi, in alcun modo lo stereotipo della “bella ma con il cervello di gallina”. Sarà questo che darà fastidio?
Inutile dire che, dopo le polemiche generate dalla sua nomina, è stata creata anche una sua fan page. Ad oggi, “piace” a 266 persone ed è seguita da 271.

VAI

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24