30' giornata di Serie A

Svolta sulla quarantena, la Serie A imita la Bundesliga

E’ arrivata un importante svolta sulla quarantena, con le squadre italiane pronte a giocare anche in caso di positività di un compagno. Un Italia modello Germania dunque, con la nostra Serie A sempre più predisposta verso una regolare conclusione.

Svolta sulla quarantena, tutti i dettagli del nuovo accordo

Tra i più grandi dubbi sulla ripresa del calcio italiano, c’era sicuramente quello della questione quarantena, con le squadre costrette stando al precedente regolamento, ad osservare 14 giorni di quarantena in caso di giocatore positivo. Una norma sicuramente difficile da attuare, mettendo inevitabilmente a forte rischio una regolare conclusione della Serie A. Pericolo per fortuna scongiurato proprio il giorno di Juventus-Milan, gara di ripartenza del calcio italiano, con una nuova importante modifica al regolamento. Da adesso in poi per i giocatori non ci sarà più l’obbligo di quarantena in caso di giocatore positivo, ma dei semplici tamponi da effettuare la mattina dopo e con il solo contagiato in isolamento. Questi test verranno fatti precisamente quattro ore prima di scendere in campo e ad esito rapido, in maniera tale di riscontrare subito eventuali nuovi contagi.

I possibili piani alternativi in caso di emergenza

Una svolta importante sulla quarantena c’è stata, ma in caso di un grande numero di giocatori positivi, ecco dunque la possibilità di attuare dei piani alternativi. Una possibilità potrebbe essere quella dei playoff e playout, con protagoniste solo le prime sei classificate e presumibilmente le ultime quattro. L’ultima spiaggia sarebbe invece quella di considerare la classifica del momento dello stop modificata da un algoritmo. Una soluzione ben vista dai club di Serie A, perchè permetterebbe comunque di conservare il merito sportivo nell’assegnazione dello Scudetto, piazzamenti europei e retrocessioni. Il calcio italiano è ormai completamento pronto per ripartire, ad iniziare in questi giorni con la Coppa Italia e dal 20 anche con i recuperi di Serie A.

 

Fonte immagine: https://www.facebook.com/SerieA/

Autore dell'articolo: Giovanni Paciotta

Avatar