Udinese-Milan

Udinese-Milan 0-1, allenamento sotto la pioggia per i friulani

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

UDINE – Il giorno dopo Udinese-Milan 0-1. I bianconeri si leccano le ferite e provano a ripartire dopo la sconfitta alla Dacia Arena nel posticipo serale dell’11a giornata di Serie A. In virtù di questo risultato, la squadra di Gattuso sale al quarto posto in classifica insieme con la Lazio.

Questo e’ il terzo successo consecutivo dei rossoneri, premiati ancora una volta da Romagnoli, in goal addirittura al 97′.

[adrotate banner=”24″]

Udinese-Milan 0-1, allenamento sotto la pioggia per i friulani

L’Udinese si è è ritrovata questa mattina intorno alle ore 10.30 per il classico allenamento post partita. Lavoro defatigante in palestra per i titolari, mentre chi ha giocato poco o non è sceso in campo ha lavorato al Bruseschi. Percorsi di forza e tanta corsa sia a secco che con il pallone: navette, scatti e tiri in porta per allenare sia la fase di finalizzazione che i portieri Nicolas e Scuffet.

Sia Machis e Vizeu hanno svolto l’intera seduta in gruppo mentre il solo Pezzella ha lavorato a parte insieme al preparatore. Domani (6 novembre) i bianconeri avranno il giorno libero e si ritroveranno mercoledì 7 novembre per l’allenamento delle 10.30.

Gattuso: “Non eravamo scarsi prima, non siamo bravi ora”

In casa Milan, ovviamente, si respira tutt’altra aria: ai microfoni di Sky Sport, il tecnico Rino Gattuso è intervenuto per commentare la gara, vinta dai suoi al fotofinish.

“So che brucia perdere all’ultimo minuto, venivamo anche noi dalla sconfitta nel derby alla fine ed è stata una mazzata – ha detto l’ex campione del mondo – Non era facile giocare qua, l’Udinese dopo l’Inter e la Roma è la squadra più fisica. Ma abbiamo fatto la partita che dovevamo fare. Speriamo di recuperare gli infortunati, abbiamo bisogno di tutti perché giochiamo ogni tre giorni. Dobbiamo guardare avanti, non eravamo scarsi prima e non siamo diventati bravi all’improvviso. Dobbiamo lottare ogni partita e fare più punti così, le vittorie ti aiutano a lavorare bene e con tranquillità e la palla non pesa”.

Autore dell'articolo: Massimo Giuliano