Invertito il danno cerebrale di una bambina affogata in piscina

Invertito il danno cerebrale di una bambina affogata in piscina

I ricercatori negli Stati Uniti hanno segnalato quella che potrebbe essere una prima inversione del danno cerebrale, dopo aver curato una bambina affogata e rianimata con una combinazione di terapie di ossigeno. La bambina, il cui cuore non ha battuto autonomamente per 2 ore dopo l’annegamento, ha mostrato gravi lesioni di materia grigia e atrofia […]