Zucchero

Zucchero e dolcificante: i benefici delle varie qualità

 

Zucchero, dolcificante o grezzo di  canna. Sono tante le qualità di zucchero presenti sul mercato mondiale. Le sue proprietà sono le più disparate ma è utile conoscere anche le controindicazioni. Usato per i dolci o per le bevande, è uno degli alimenti più usati in cucina. Sin da piccoli siamo stati abituati ad una merenda ricca di zuccheri. Cosparso sul pane, oppure nel miele, è utilizzato per il fabbisogno della crescita dei più piccoli. Con il passare degli anni sono state introdotte molte alternative indicate per i soggetti a rischio. Nella vita quotidiana è consigliabile usarlo con moderazione evitando gli inutili abusi.

Le qualità presenti sul mercato: benefici e controindicazioni

Per gli zuccheri integrali intendiamo quello bianco, usato in cucina e per addolcire il caffè. Introdotto dagli arabi sul mercato è stato lavorato nel tempo dall’uomo in vari processi meccanici ed industriali. Nel tempo medievale era usato anche come condimento per carne , riso e come medicina.  Usato oggi soprattutto in pasticceria, subisce anche trattamenti di colorazione  e viene trattato in maniera raffinata da molti zuccherifici. Gli zuccheri grezzi di canna mantengono lo stesso apporto calorico di quello bianco. Al loro interno però mantengono un maggior numero di sali minerali e vitamine.  Nella vita quotidiana è bene non superare il 10% di consumo onde evitare dipendenze e malattie.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Sergio Cimmino