Al via gli Indennizzi ai Risparmiatori col Fondo

Al via gli Indennizzi ai Risparmiatori col Fondo del MEF

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Il MEF da il via agli Indennizzi ai Risparmiatori accedendo al Fondo: 180 giorni di tempo

 

Roma, lì 23 agosto 2019 – Le informazioni sugli Indennizzi ai Risparmiatori dopo il via libera del MEF all’accesso al Fondo.

 


Il MEF ha attivato il canale per accedere al Fondo Indennizzi Risparmiatori, per chi ha subito un pregiudizio ingiusto da parte di banche/loro controllate. La domanda di indennizzo potrà essere presentata, esclusivamente in via telematica.


[adrotate banner=”37″]

Finalmente, con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, i Risparmiatori possono presentare la domanda di Indennizzo per accedere al Fondo. Affinché si possa attivare la pratica bisogna registrarsi al portale creato dal MEF. È possibile registrarsi, compilare la domanda, caricare gli allegati richiesti, produrre la domanda compilata in formato pdf da stampare e firmare; nonché, caricare la domanda firmata e infine inviarla telematicamente entro 6 mesi dal 21 agosto.

🏦 💥 💸

Al via gli Indennizzi ai Risparmiatori col Fondo: cosa è il FIR

È il Fondo dedicato all’Indennizzo dei Risparmiatori che:

  • hanno subìto un pregiudizio ingiusto da parte di banche e controllate con sede legale in Italia;
  • nonché poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018.

Risparmiatori: come inviare la domanda di Indennizzo attraverso il Fondo

Come compilare ed inviare la domanda:

  1. Andare sul portale per registrarsi o se Vi siete già registrati fate l’accesso;
  2. poi, compilate tutte le parti della “domanda di indennizzo guidata”;
  3. ricordate anche di caricare gli allegati richiesti;
  4. quindi, producete la domanda di indennizzo compilata in formato pdf, stampatela e firmatela;
  5. caricate la domanda di indennizzo firmata;
  6. ed infine inviatela telematicamente.

Potete inviare le istanze, se corredate da idonea documentazione, entro centottanta giorni.

A quali Risparmiatori spettano gli Indennizzi attraverso il Fondo

Qui di seguito l’elenco di chi può accedere al Fondo Indennizzi Risparmiatori (FIR):

  • persone fisiche e imprenditori individuali;
  • anche agricoli o coltivatori diretti;
  • poi, le organizzazioni di volontariato, le associazioni di promozione sociale;
  • infine, le micro-imprese che occupano meno di dieci persone e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro.

Oltre che ai Risparmiatori, gli Indennizzi spettano anche:

  • ai successori mortis causa;
  • poi, al coniuge, al convivente more uxorio o di fatto (secondo quanto previsto dalla legge sulle unioni civili del maggio 2016);
  • ed anche ai parenti entro il secondo grado, in possesso di tali strumenti finanziari.

Da quando i Risparmiatori possono inviare la domanda di Indennizzo attraverso il Fondo ?

La domanda di indennizzo può essere presentata, esclusivamente in via telematica e corredata da idonea documentazione, già da ieri, 22 agosto 2019, per i 180 gg previsti dalla normativa.

Quali titoli sono Indennizzabili ai Risparmiatori attraverso il Fondo ?

Sono indennizzabili:

  • le azioni;
  • ed anche le obbligazioni subordinate;

emesse dalle seguenti banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018:

  • Banca Etruria;
  • poi Banca delle Marche;
  • inoltre Cassa di risparmio della Provincia di Chieti;
  • anche Cassa di risparmio di Ferrara;
  • pure Banca Popolare di Vicenza;
  • infine Veneto Banca;

nonché le loro controllate.

Azioni Indennizzabili

L’indennizzo è determinato:

  • nella misura del 30 per cento del costo di acquisto delle azioni, inclusi gli oneri fiscali;
  • entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Obbligazioni subordinate indennizzabili

L’indennizzo è determinato:

  • nella misura del 95 per cento del costo di acquisto delle stesse, inclusi gli oneri fiscali;
  • entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.

Data di pagamento al Risparmiatore dell’Indennizzo attraverso il Fondo

Gli indennizzi verranno corrisposti secondo i piani di riparto approvati dalla Commissione tecnica nominata dal MEF.

Puoi leggere anche: Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR): beneficiari e iter

 

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".