Alitalia, l’accordo con i sindacati

Alitalia, il confronto con i sindacati

Alitalia ha aggiunto una sorta di preaccordo con i sindacati, sottoscrivendo un verbale in cui vengono precisate alcune misure a favore dei lavoratori e dell’azienda, quali la diminuzioni dei tagli agli stipendi per una percentuale dell’8% e la riduzione degli esuberi nel personale di terra. In particolare, si intende mantenere la produzione all’interno dell’azienda, attivare corsi di qualificazione e formazione del personale e promuovere strumenti di incentivazione all’esodo. Come ha spiegato la leader della CGIL, Susanna Camusso, l’accordo sarà sottoposto la prossima settimana a referendum vincolante.

L’obiettivo è aumentare gli utili

Uno dei punti fondamentali dell’accordo prevede misure per aumentare i ricavi dell’azienda. Alitalia attraversa un difficile periodo di crisi ed infatti il Consiglio di amministrazione ha approvato un progetto di aumento degli utili e di tagli alle spese, intervenendo in parte anche nel settore lavoro, ad esempio mediante l’introduzione di scatti di anzianità e l’utilizzo dei contratti Cityliner per i nuovi dipendenti. Si prevede inoltre l’inserimento di nuovi aerei per le lunghe distanze. E pare vi sia un gruppo di finanziatori che propone di ripatrimonializzare l’azienda per circa due miliardi di euro.

Le parti si dicono soddisfatte dell’accordo raggiunto

Il confronto è nato dalla volontà di salvare l’azienda, nella consapevolezza dello stato di crisi in cui si trova. Delrio ha affermato di essere soddisfatto, sottolineando gli sforzi fatti per evitare l’esternalizzazione della produzione e aumentare gli investimenti nel settore industriale. Gli esponenti sindacali ritengono si siano raggiunti risultati importanti, dopo un faticoso e lungo lavoro di trattative e confronti. L’accordo è stato raggiunto perché le parti miravano allo stesso obiettivo. Come ha precisato la segretaria generale della CISL, Anna Maria Furlan, la novità importante è che il tema centrale non sono più i licenziamenti, ma l’uso degli ammortizzatori sociali.

Immagine presa da: www.lagenziadiviaggi.it

VIA

No Banner to display

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: