Cgil Cisl e Uil a Roma

Cgil Cisl e Uil a Roma oggi: obiettivo “Non solo RDC”

intopic.it feedelissimo.com  
 

Cgil Cisl e Uil a Roma scendono in piazza San Giovanni con il motto: “Futuro al lavoro”.

Roma, 9 Febbraio 2019.


Cgil  Cisl e Uil scendono in piazza a Roma per una manifestazione Nazionale contro la politica economica del governo.

Sono in tantissimi i manifestanti, arrivati con diversi pullman in città, migliaia le presenze; il corteo in Piazza San Giovanni, ha dato il via questa mattina ai comizi dei leader sindacali.

Singolare che Di Maio incontri i gilet gialli ma non i sindacati italiani dice Maurizio Landini precisando che: “Se il governo continua a non ascoltarci, non ci fermiamo il 9 in piazza”.


Insieme ai sindacati, anche una delegazione di industriale: Confindustria della Romagna.

Fonte immagine IL MANIFESTO, leggi articolo

Cgil Cisl e Uil a Roma oggi: dichiarazione dei sindacati

Oggi a Roma la manifestazione nazionale è a sostegno della crescita e dello sviluppo unitario. Soddisfazioni sul fronte lavoro, pensioni e fisco, sono gli obiettivi principali che i sindacati intendono raggiungere. Questo, chiedendo al governo il cambiamento della politica economica.

In piazza è presente anche la delegazione industriale di Confindustria Romagna, che non si trova d’accordo con la politica adottata dal nuovo governo sul decreto semplificazioni. Così ha dichiarato Il portavoce Paolo Maggioli.

Dalle 9:00 di questa mattina, la manifestazione ha preso il via in Piazza della Repubblica ed è arrivata fino a Piazza San Giovanni dove ci sono stati gli interventi dei portavoce sindacali.

Presenti anche il segretario generale della CGIL-Maurizio Landini con i leader di Cisl e Uil Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo.

Il principale scopo è chiedere al governo di guardare oltre quota 100 e il reddito di cittadinanza.

I portavoce sostengono che, indubbiamente, questa riforma è un passo avanti; ma è abbastanza lontano dal proposito principale che è quello di cambiare definitivamente la legge Fornero per tutti.

“Non può essere soltanto una platea ridotta” sostengono i sindacati “che va comunque a penalizzare sia le donne sia i giovani”.

I rappresentanti del popolo, sostengono con voce corale, che il reddito di cittadinanza è un ibrido e rischia di diventare inefficace su diversi fronti.

La modifica che i sindacati chiedono, va anche a sollecitare una riforma degli ammortizzatori sociali e della PA, compreso il rinnovo dei contratti pubblici.

 

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Avatar