Bacche di Goji: una miniera di energia

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Le bacche di Goji negli ultimi anni sono diventate un superfood molto apprezzato. Amate dai salutisti, in realtà sono un alimento non solo sano, ma anche buono. Il sapore ricorda un po’ quello dei frutti di bosco, ma trovarle fresche è difficile. In commercio di solito si acquistano essiccate, sotto forma di succo, marmellata o anche all’interno dei biscotti.

Bacche di Goji per l’energia

Un consumo quotidiano o quanto meno frequente di bacche di Goji è molto prezioso per il benessere. Sono tanti i risvolti positivi che si riscontrano con un impiego regolare ed equilibrato. Questi minuscoli frutti rossi sono una miniera di energia. Contengono infatti aminoacidi, vitamina B, E, C, sali minerali come magnesio, silicio e potassio. Oltre ad essere una fonte naturale di germanio, raro da recuperare in altri cibi.

Effetti benefici

Bacche di Goji anche come potente antiossidante. Carotenoidi e flavonoidi contrastano l’azione dei radicali liberi e sono un eccellente alleato per la giovinezza della pelle. Inoltre questi frutti aiutano a rafforzare le difese immunitarie dell’organismo, oltre ad avere un effetto antinfiammatorio. Utili anche per il metabolismo, non solo per perdere peso, ma per abbassare i livelli di zucchero e colesterolo nel sangue. Questo anche grazie a un elevato potere saziante, che le rende perfette come spezza fame gustoso ma di poche calorie.

Come assumerle e controindicazioni

Pur essendo dei frutti benefici per la salute, è importante che rientrino all’interno di una dieta sana e varia. Per cui si possono inserire negli spuntini di metà mattina o del pomeriggio, nello yogurt, nella macedonia, nei frullati, nei succhi, nelle tisane. Senza esagerare con le quantità, 10-20 g al giorno sono una dose più che sufficiente per beneficiare degli effetti salutari sul nostro corpo. Anche per le bacche di Goji esistono delle controindicazioni, per cui bisogna stare attenti nell’assunzione. Vale nel caso di allergie alimentari o di patologie dove si utilizzano alcuni farmaci, come gli anticoagulanti.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24