bonus 150 euro

Bonus 150 euro in arrivo: la platea dei beneficiari sarà ampia

 

Tra i nuovi bonus 2022 è notizia di pochi giorni l’introduzione di un nuovo aiuto economico. Il Governo Draghi, in carica ancora una settimana prima dello svolgimento delle elezioni del 25 settembre, ha pensato infatti di fare un nuovo regalo, stanziando un nuovo bonus, che andrà a coprire un’ampia fetta di italiani.

Si tratta del bonus 150 euro, compreso nel Decreto Aiuti Ter. Dopo il bonus 200 euro che tanto ha fatto bramare lavoratori e pensionati, ecco dunque un nuovo sostegno.

Vediamo cosa sappiamo finora al riguardo, con riferimento ai beneficiari e alla data della sua corresponsione.

A chi è rivolto il nuovo bonus

Questo nuovo sostegno nasce con l’idea di far fronte ai pesanti rincari. La platea di beneficiari sarà più vasta rispetto a quella a cui era rivolto il bonus 200 euro.

Sebbene infatti il limite reddituale dovrà essere compreso entro i 20 mila euro lordi annui (con riferimento al 2021), i 150 euro saranno corrisposti sempre a lavoratori dipendenti (del settore pubblico e privato) e pensionati, ma in base alle prime indicazioni, saranno compresi anche i lavoratori autonomi e perfino coloro che sono andati in pensione dal 1° luglio al 1° settembre del corrente anno, e che andranno in pensione il 1° ottobre.

Il bonus dovrebbe interessare circa 22 milioni di persone.

Quando verrà accreditato

Il bonus 150 euro verrà erogato col cedolino della pensione del 1° novembre e nella busta paga da lavoro sempre di questo mese.

Si tratta di una misura una tantum e non sarà necessario presentare alcuna richiesta dal momento che la sua corresponsione avverrà in maniera automatica.

Maggiori dettagli si conosceranno comunque appena il Decreto Aiuti Ter sarà pubblicato in Gazzetta Ufficiale nei prossimi giorni. Si saprà così anche se nella platea degli interessati saranno compresi anche disoccupati e altre categorie di lavoratori come era avvenuto col bonus 200 euro.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24