Esonero contributivo 2021 datori lavoro

Caro energia e legge di bilancio, contributo straordinario di 400 milioni

 
RSS
Follow by Email
Twitter
Visit Us
Follow Me

ROMA – Caro energia e legge di bilancio. Il provvedimento per il 2023 ha stanziato complessivamente 35 miliardi di euro. Ma quante di queste risorse saranno gestite direttamente dagli enti locali? Stando a quanto emerso da una ricerca condotta da Centro Studi Enti Locali, per Adnkronos, il tesoretto riservato a Comuni e Città metropolitane dalla prima manovra varata dal Governo Meloni ammonta a circa 1,6 miliardi, circa 600 milioni in meno rispetto a quanto stanziato dalla Legge di bilancio dell’anno precedente.

Una cifra destinata a crescere, almeno sulla carta, a partire dal 2025. Gli impegni assunti ad oggi per il 2024 – salvo successive rimodulazioni – ammontano a circa 1,6 miliardi e sono in linea, quindi, con l’anno corrente. Per il 2025 la cifra stimata è invece, allo stato attuale, pari a circa 2,2 miliardi.

Caro energia e legge di bilancio, contributo straordinario di 400 milioni

Nel 2026 e nel 2027 è previsto un nuovo superamento del tetto dei 3 miliardi legato a doppio filo alla dotazione del fondo per le opere indifferibili, pensato per mettere le opere pubbliche cruciali per il rilancio del paese – prime fra tutte quelle finanziate dal Pnrr – al riparo dalle minacce rappresentate da caro materiali e aumento costi energia.

Anche per gli enti locali, così come per molte categorie del mondo imprenditoriale e del Terzo settore, non manca all’appello la voce caro energia. Per garantire la continuità dei servizi erogati, nonostante i cospicui aumenti dei costi di energia e gas, è stato riconosciuto agli enti locali un contributo straordinario di 400 milioni per il 2023. Di questi, 350 milioni sono riservati ai Comuni e 50 alle Città metropolitane e alle Province.

Please follow and like us:
Pin Share
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *