terzo del girone d’andata, promettono tante emozioni e i primi importanti verdetti del campionato soprattutto per quanto riguarda la lotta per lo scudetto e per la retrocession

Chi sarà il capocannoniere della serie A 2021-2022?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Chi vincerà la prossima classifica marcatori della serie A? Il nostro campionato ha perso quest’anno i suoi due bomber più rappresentativi, Ronaldo e Lukaku, che hanno deciso di tornare al Manchester United e al Chelsea. Il trono del gol è dunque rimasto vacante e cerca il suo prossimo re. Ci sono molti papabili allo scettro che lo scorso anno fu di Ronaldo. Vediamo di metterli in fila. Da un’analisi di Calciomagazine.net giornale online sportivo specializzato nelle dirette di calcio, l’elenco dei favoriti, gli outsiders e la grande sorpresa di questa stagione.

I favoriti

Il candidato più credibile al titolo di capocannoniere è senza dubbio Ciro Immobile che attualmente guida la classifica marcatori con 9 gol. L’attaccante della Lazio e della Nazionale è stato già capocannoniere per tre volte, una con il Torino (2013-2014 con 22 reti), e due con la Lazio (2017-2018 con 29 reti e 2019-2020 con 36 reti). Il gioco di Sarri sembra ideale per esaltarne la grande vena realizzativa. Con gli assist di gente come Milinkovic-Savic, Pedro e Felipe Anderson al suo servizio le possibilità che centri per la quarta volta il titolo ci sono tutte. SE ci riuscisse stabilirebbe un piccolo record. Da quando la serie A è a girone unico solo Nordahl ha vinto il titolo per più di tre volte. Il gigante svedese, fu capocannoniere per 5 volte (1949/50, 1950/51, 1952/53, 1953/54, 1954/55) record tutt’ora imbattuto.

Oltre a Immobile, un altro papabile al titolo di capocannoniere è Dusan Vlahovic secondo dietro l’italiano con 8 gol in questo momento. Il serbo, nonostante i problemi contrattuali, sta facendo valere le sue indubbie doti tecniche e realizzative. L’incognita che lo accompagna è quella relativa al mercato: rimarrà fino a giugno o sarà ceduto? Dalla risposta a questa domanda dipendono le sue chanches. Seil numero 9 viola diventasse capocannoniere, sarebbe il primo serbo a fregiarsi di questo titolo e il primo giocatore nato dal 2000 in poi a laurearsi capocannoniere.

Tra questi due giocatori il terzo incomodo potrebbe essere Victor Osimhen. Il nigeriano ha dalla sua un fattore non indifferente. Parliamo del suo allenatore, Luciano Spalletti. Da quando il tecnico di Certaldo allena in serie A, tre suoi giocatori hanno vinto il titolo di capocannoniere, ovvero Totti (2006-2007), Dzeko (2016-2017) e Icardi (2017-21018) e tutti hanno stabilito il loro record di gol in carriera. Sono in molti a credere dunque che il nigeriano potrebbe diventare il primo calciatore africano a vincere il titolo di capocannoniere in serie A. Attualmente Osimhen è attardato rispetto ai rivali, avendo segnato solo 5 reti, ma i mezzi fisici e tecnici, uniti al gioco del Napoli, potrebbero favorirlo. Rispetto a Vlahovic e Immobile, Osimhen ha anche un altro handicap: non tira i ricordi. Tuttavia, quando Dzeko divenne capocannoniere con Spalletti, di rigori ne tirò solo uno. Nulla vieta al centravanti del Napoli di ripetere quelle gesta.

Gli outsiders

Edihn Dzeko come detto ha già vinto una volta la classifica marcatori di serie A. Attualmente i suoi gol sono sette, quanti quelli segnati in tutta la scorsa stagione. Il bosniaco può continuare su questi ritmi? In molti se lo domandano perchè Dzeko non è propriamente un bomber da 20 o più gol. In carriera, tra Bundesliga, Premier e serie A, solo tre volte ha superato i 20 gol. Due volte con il Wolfsburg (2008-2009 con 26 reti e 2009-2010 con 22) e una volta con la Roma (29 nel 2016-2017). Anche qui una grossa mano potrebbe dargliela il gioco di Inzaghi, uno che negli anni ha esaltato la vena realizzativa di Immobile.

A proposito di Inter, un altro outsider potrebbe essere Lautaro Martinez. L’argentino, senza Lukaku, è anche diventato il rigorista della squadra. Attualmente ha messo a segno meno gol di Dzeko, 5, ma è evidente che ha le possibilità per vincere il titolo. Anche lui si avvarrà del gioco di Inzaghi, ma, soprattutto, degli spazi che Dzeko con il suon fisico gli aprirà. Ecco perchè è possibile che dopo i 18 gol dello scorso anno, in questa stagione alzi di più l’asticella.

Un altro giocatore che potrebbe a sorpresa vincere il titolo di capocannoniere è Duvan Zapata. Il colombiano ha già messo a segno 6 gol e vive un momento di forma strepitoso. Il suo record di gol è di 23, stabilito nel 2018-21019. Anche il dualismo tra lui e Muriel che caratterizza da tre anni il campionato dell’Atalanta sembra pendere dalla sua parte a causa di acciacchi fisici vissuti dal’ex Sivigfia. Gli orobici sono da sempre una macchina da gol e le occasioni per Duvan fioccheranno. Per questo non è irrealistico pensare ad un suo titolo di capocannoniere.

 

La grande sorpresa

In mezzo a questi grandi nomi, uno potrebbe inserirsi a sorpresa. Parliamo di Giovanni Simeone. Il centravanti del Verona non è mai stato una macchina da gol, ma attualmente vive un momento di forma strepitoso certificato dagli 8 gol messi a segno fin qui. Il suo record personale è di 14 messo a segno con la Fiorentina nel 2017-2018. Gliene mancano 6 per eguagliarlo. E se alla fine il Cholito non si fermasse e riportasse a Verona il titolo di caopocannoniere che manca dai tempi di Toni nella stagione 2014-2015?

 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.