Cobolli Gigli attacca l’Inter: “Come mai non è apparsa nel processo? Qualcuno potente ha nascosto il loro faldone e se fosse stata accusata…”

 

Ieri sera durante la puntata del ‘Derby del Lunedì’ sul canale “Telenord” è intervenuto l’ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli, che ha replicato duramente alle recenti dichiarazioni di Massimo Moratti riguardante Calciopoli:

Ho letto una recente intervista a Massimo Moratti. Si è parlato di tutto, ma è mancata una domanda: ‘Come mai nel 2006 l’Inter non è apparsa nel processo Calciopoli, mentre 4 o 5 anni dopo è apparso il faldone sui nerazzurri, per cui il procuratore Palazzi ha parlato di grave illecito sportivo?’. Se lo sono dimenticati tutti, io sono dispiaciuto, anche arrabbiato per questa faccenda: se l’Inter fosse stata nel processo sportivo con la Juventus, e fosse stata accusata, come poi accaduto solo anni dopo, di ‘grave illecito sportivo’, sarebbe stata tutta un’altra storia“.

Poi ha concluso: “Qualcuno ha nascosto il faldone, qualcuno potente perché per nascondere una cosa del genere… Ma non ho capito, però, perché dopo 5 anni lo abbiano fatto riapparire. Forse per dare un ulteriore schiaffo morale alla Juventus, come a dire: ‘Quando ho voluto nascondere qualcosa, l’ho fatto sparire”. Quando tutto era ormai prescritto, eccolo qua. Titoli revocati ai bianconeri? Gli scudetti non andavano assegnati a nessuno: almeno i colpevoli sarebbero stati due, invece in Calciopoli c’è stato un solo peccatore“.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Riva