Comunicazione Enea

Comunicazione ENEA 2018: invio dei dati presto in scadenza

Comunicazione ENEA 2018: il sito è in fase di test, presto scatterà l’obbligo d’ invio per le ristrutturazioni 2018

In relazione alla comunicazione ENEA 2018 l’Ente è in attesa di specifiche indicazioni per predisporre il sistema per la trasmissione dei dati.

La novità introdotta dalla legge di bilancio 2018 prevede la trasmissione degli interventi di ristrutturazione edilizia al fine di effettuare il monitoraggio energetico del territorio.

L’ENEA è in attesa di ricevere le indicazioni da parte delle istituzioni di riferimento sulla tipologia di interventi per i quali occorre procedere alla comunicazione.

Quindi ad oggi chi ha effettuato ristrutturazioni, per questioni burocratiche, non può portare a termine l’adempimento e deve continuare a seguire l’evoluzione della normativa.

Comunicazione ENEA 2018: l’ avviso dei ritardi sul sito ENEA

Come da avviso pubblicato a seguito di questa carenza della normativa:

 “L’ENEA ritiene che la trasmissione dei dati debba avvenire solamente per gli interventi che comportano riduzione dei consumi energetici o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia, tipicamente quelli previsti dal DPR 917/86, art. 16.bis, lettera h.”

Inoltre nello stesso avviso l’ENEA rassicura che:

“Non appena ricevute le indicazioni necessarie, l’Agenzia predisporrà il sistema informativo per consentire agli utenti la trasmissione dei dati e ne darà la più ampia comunicazione possibile al pubblico.”

Comunicazione ENEA 2018: l’invito a non trasmettere sul sito dell’ Agenzia dell’Efficienza Energetica

Anche sul sito dell’Agenzia Efficienza Energetica è stato pubblicato un avviso nel quale si accenna al ritardo normativo:

“Limitatamente alla trasmissione dei dati per gli interventi di ristrutturazione edilizia che accedono al bonus casa – detrazioni 50% (da non confondere con l’eco-bonus) terminati nel 2018 che comportano riduzione dei consumi energetici, l’ENEA è in attesa di specifiche indicazioni da parte delle istituzioni di riferimento. Per questi ultimi interventi, si invitano gli utenti a NON trasmettere ad ENEA dati e/o documenti fino all’apertura dell’apposito sito dedicato.”

Comunicazione ENEA 2018: l’avviso del sito in fase di test sul sito ACS ENEA

L’ultimo aggiornamento da parte del sito ACS ENEA cita:

“Si informano gli utenti che il sito dedicato alla trasmissione ad ENEA dei dati degli interventi edilizi e tecnologici che comportano risparmio energetico e/o utilizzo delle fonti rinnovabili di energia ammessi alle detrazioni fiscali del 50% ai sensi dell’art.16 bis del D.P.R. 917/86 (TUIR) e s.m.i., terminata la fase di realizzazione, è attualmente in fase di test e sarà messo in linea il prima possibile. Il termine dei 90 giorni dalla data di fine dei lavori per la trasmissione ad ENEA dei dati, per gli interventi già ultimati decorrerà dalla data di apertura del sito. Con l’apertura del sito, saranno definiti e pubblicati anche i dettagli operativi.”

L’attivazione del portale determinerà la fine dell’attesa imponendo chi ha effettuato lavori di affrettarsi ad adempiere alla scadenza.

Comunicazione ENEA 2018: ECO-BONUS

Invece per i contribuenti che accedono alle detrazioni fiscali previste dall’ ECO-BONUS (50%, 65%, 70%, 75%, 80%, 85%) possono accedere al portale “finanziaria 2018” per la trasmissione dei dati già dal 30/03/2018.

Comunicazione ENEA 2018: la legge di Bilancio (205/2017, articolo 1, comma 3)

3.  Al  decreto-legge  4  giugno  2013,  n.  63,  convertito,   con
modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90,  sono  apportate  le
seguenti modificazioni: 
    a) all'articolo 14, concernente detrazioni fiscali per interventi
di efficienza energetica:
.....
      11) dopo il comma 3-bis sono aggiunti i seguenti: 
        « 3-ter. Con uno o piu' decreti del Ministro  dello  sviluppo
economico, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze,
il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare  e
il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, da  adottare  entro
sessanta giorni dalla  data  di  entrata  in  vigore  della  presente
disposizione, sono definiti i requisiti tecnici che devono soddisfare
gli interventi che beneficiano delle agevolazioni di cui al  presente
articolo, ivi compresi i massimali di  costo  specifici  per  singola
tipologia di intervento, nonche'  le  procedure  e  le  modalita'  di
esecuzione di controlli a campione,  sia  documentali  che  in  situ,
eseguiti dall'ENEA e volti ad accertare il rispetto dei requisiti che
determinano l'accesso al beneficio. Nelle  more  dell'emanazione  dei
decreti di cui al presente comma, continuano ad applicarsi il decreto
del  Ministro  dell'economia  e  delle  finanze  19  febbraio   2007,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 47 del 26 febbraio 2007, e  il
decreto  del  Ministro  dello  sviluppo  economico  11  marzo   2008,
pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 66 del 18 marzo 2008.  L'ENEA,
ai fini di assicurare coerenza con la  legislazione  e  la  normativa
vigente  in  materia  di  efficienza  energetica,  limitatamente   ai
relativi contenuti tecnici, adegua il portale attualmente in essere e
la relativa modulistica per la  trasmissione  dei  dati  a  cura  dei
soggetti beneficiari delle detrazioni di cui al presente articolo.
 
    b) all'articolo 16, concernente detrazioni fiscali per interventi
di ristrutturazione edilizia:
.....
  4) dopo il comma 2 e' aggiunto il seguente: 
        «  2-bis.  Al  fine  di  effettuare  il  monitoraggio  e   la
valutazione del  risparmio  energetico  conseguito  a  seguito  della
realizzazione degli  interventi  di  cui  al  presente  articolo,  in
analogia a quanto gia' previsto in materia di detrazioni fiscali  per
la riqualificazione energetica degli edifici, sono trasmesse per  via
telematica all'ENEA  le  informazioni  sugli  interventi  effettuati.
L'ENEA elabora le informazioni pervenute e  trasmette  una  relazione
sui risultati degli interventi al Ministero dello sviluppo economico,
al Ministero dell'economia e  delle  finanze,  alle  regioni  e  alle
province  autonome  di  Trento  e  di  Bolzano,   nell'ambito   delle
rispettive competenze territoriali ».

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano disperatamente lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".