corea del sud seoul altoparlanti propaganda

Corea del Sud: Seul riprende propaganda con “altoparlanti” al confine.

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La Corea del Sud usa altoparlanti vicino al confine per dire ai nordcoreani del soldato disertore che è stato colpito. Il Sud utilizza l’ultra-potente sistema di altoparlanti per abbassare il morale sul Nord del confine Coreano.

La Corea del Sud ha intensificato la sua campagna di propaganda contro il Nord facendo esplodere annunci di diffusori ultra potenti vicino il confine.

Il paese ha trasmesso notizie sulle condizioni di un soldato nordcoreano, che ha disertato all’inizio di questo mese e nel processo è stato colpito violentemente con colpi di arma da fuoco dai suoi compatrioti diverse volte.

I messaggi – inviati attraverso il sistema “Freedom Voice” della radio FM installato vicino al confine pesantemente corazzato – evidenziano anche le violazioni percepite dell’accordo di armistizio da parte di quei soldati che lo hanno inseguito e sparato.

Il soldato si sta riprendendo in ospedale dopo aver subito gravi ferite durante la fuga e ha già subito una serie di operazioni. I medici che lo curano hanno riferito segni di malnutrizione. L’uso degli altoparlanti non è una nuova strategia ed è stata ripresa dopo il quarto test nucleare del Nord a gennaio.

Altoparlanti: descritti come “guerra psicologica” dai media della Corea del sud.

Gli oratori sono così rumorosi che possono essere ascoltati fino a 20 km di distanza e hanno riferito di aver influenzato i soldati nordcoreani a disertare in passato.

Il Nord ha adottato misure per prevenire incidenti simili, scavando fossati profondi e installando un cancello su “Il ponte di 72 ore”.

L’uomo ha tentato di attraversare la zona smilitarizzata lunedì quando una ruota della sua jeep si è staccata, costringendolo a uscire e continuare a fuggire a piedi. Le guardie nordcoreane hanno quindi iniziato a sparare al soldato che è riuscito a nascondersi prima di essere salvato dalla Corea del Sud.

Circa 40 proiettili sono stati sparati durante una raffica quando il disertore ha fatto la sua fuga audace, ha detto Roh Jae-cheon, un portavoce dei capi di stato maggiore del Sud.

Via

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24