Lavorare in Unicredit

Da Unicredit 2500 assunzioni concordate con i sindacati

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

MILANO – Da Unicredit 2500 assunzioni concordate con i sindacati. Ecco quali saranno nello specifico: 475 unità di personale nelle filiali, 250 risorse per il ricambio generazionale, 775 risorse a valere sugli ingressi già concordati in precedenza e 1.000 apprendisti confermati in contratti a tempo indeterminato. Ricordiamo inoltre che Unicredit raccoglie le candidature attraverso la pagina del Gruppo appositamente dedicata.

Unicredit punta a rendere ancora più efficace il proprio supporto all’economia reale italiana rafforzando la funzione corporate, ora dedicata a tutte le imprese, a partire da 1 milione di euro di fatturato fino alle grandi multinazionali. Lo fa semplificando e potenziando ulteriormente il modello di servizio, riunendo sotto un’unica guida tutte le attività commerciali, rafforzando il coverage a livello territoriale con professionisti specializzati su ciascun segmento dimensionale e mettendo a disposizione di tutte le imprese clienti prodotti e servizi a valore aggiunto messi a punto dalla piattaforma Corporate Solutions.

Da Unicredit 2500 assunzioni concordate con i sindacati

La nuova squadra è guidata dal responsabile Corporate Italia Massimiliano Mastalia, cui riportano direttamente i responsabili dei canali Small Business (Francesco Iannella) per le aziende con fatturato tra 1 e 50 milioni e Corporate (Lucio Izzi) per aziende fino a 1 miliardo di fatturato. Riporta a Mastalia anche il Large Corporate Italy Network, sotto la guida di Marica Campilongo. La struttura Corporate Solutions Italy, guidata da Alfredo De Falco, affianca poi il coverage con advisory strategico, soluzioni di finanza strutturata, accesso al mercato dei capitali pubblico e privato, coperture dei rischi, gestione della liquidità e dei pagamenti, trade finance e supporto nelle operazioni cross border.

“Mentre il Paese è impegnato nella ripresa post pandemica – sottolinea il responsabile per l’Italia Niccolò Ubertalli – vogliamo fornire un contributo rilevante al miglioramento della competitività del sistema produttivo rendendo ancora più efficace il nostro supporto alle imprese con un modello di servizio completamente focalizzato sulle loro esigenze, una squadra di professionisti di primo livello, un’eccellente qualità dei prodotti, le più avanzate soluzioni digitali e una task force dedicata al Pnrr”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24