F1 Gran Bretagna: 1-2 Mercedes, Vettel 7°

In Gran Bretagna domina Lewis Hamilton. Il #44 della Mercedes parte bene e rimane sempre in testa, anche quando si ferma a montare le gomme Soft. Bellissima gara in rimonta di Valtteri Bottas e di Daniel Ricciardo. Il #77 della Mercedes partiva nono, e dopo una gara di sorpassi, arriva secondo. L’australiano della Red Bull partiva penultimo dopo che la sua RB13 lo aveva abbandonato durante le qualifiche ma con una strategia aggressiva e con una gara di orgoglio, arriva quinto dietro al suo compagno di squadra.

Gran Bretagna: il racconto della gara

Nel giro di formazione Palmer viene lasciato a piedi dalla sua Renault, e questo costringe Charlie Whiting ad abortire la partenza e a far compiere un ulteriore giro di formazione alle vetture. Al via partono bene sia Hamilton che Raikkonen, ma Vettel ha dei problemi, viene superato da Verstappen e rimane dietro. Inoltre il #7 della Ferrari rallenta tantissimo nelle prime due curve e non consente al suo gregario di sorpassare l’olandese della Red Bull. Poco dopo due curve Daniil Kvyat si tocca con Carlos Sainz e lo costringe al ritiro, con l’uscita della Safety Car. Il russo verrà poi punito con un ride through.

Da quel momento Hamilton si mette a dettare il passo davanti a Raikkonen, e Vettel cerca in tutti in modi di superare il #33, ma il pilota della Red Bull si difende benissimo. Vettel decide di rientrare presto ai box per tentare l’undercut. Verstappen cambia le gomme il giro dopo e rimane dietro al tedesco. Nel frattempo Bottas, partito ottavo, si mette negli specchietti del #5 e lo supera.

Le due Ferrari aspettano che Bottas rientri ai box per poter mettersi davanti, e così accade. A fine gara però succede l’incredibile: in due giri sia Raikkonen che Vettel forano l’anteriore sinistra e sono costretti a rientrare per cambiare le gomme. Raikkonen riesce ad arrivare terzo e a salire sul podio dato che anche Verstappen ha avuto lo stesso problema, Vettel arriva settimo. Ed è grande festa per la Mercedes e per Hamilton che raggiunge Vettel in classifica mondiale. Ora i due sono separati da un solo punto.

L’ordine d’arrivo:

1) Lewis Hamilton GBR Mercedes 1:21:27.430
2) Valtteri Bottas FIN Mercedes +14.1 sec
3) Kimi Raikkonen FIN Ferrari +36.6 sec
4) Max Verstappen OLA Red Bull Racing TAG Heuer +52.1 sec
5) Daniel Ricciardo AUS Red Bull Racing TAG Heuer +66.0 sec
6) Nico Hulkenberg GER Renault +68.1 sec
7) Sebastian Vettel GER Ferrari +94.0 sec
8) Esteban Ocon FRA Force India Mercedes + 1 lap
9) Sergio Perez MEX Force India Mercedes + 1 lap
10) Felipe Massa BRA Williams Mercedes + 1 lap
11) Stoffel Vandoorne BEL McLaren Honda + 1 lap
12) Kevin Magnussen DAN Haas Ferrari + 1 lap
13) Romain Grosjean FRA Haas Ferrari + 1 lap
14) Marcus Ericcson SWE Sauber Ferrari + 1 lap
15) Daniil Kvyat RUS Toro Rosso + 1 lap
16) Lance Stroll CAN Williams Mercedes + 1 lap
17) Pascal Wehrlein GER Sauber Ferrari + 1 lap
18) Fernando Alonso ESP McLaren Honda DNF
19) Carlos Sainz ESP Toro Rosso DNF
20) Jolyon Palmer GBR Renault DNS

CLASSIFICA PILOTI

1.  S. Vettel 177 12.  L. Stroll 18
2.  L. Hamilton 176 13.  R. Grosjean 18
3.  V. Bottas 154 14.  K. Magnussen 11
4.  D. Ricciardo 117 15.  P. Wehrlein 5
5.  K. Raikkonen 98 16.  D. Kvyat 4
6.  M. Verstappen 57 17.  F. Alonso 2
7.  S. Pérez 52 18.  J. Palmer 0
8.  E. Ocon 43 19.  M. Ericsson 0
9.  C. Sainz Jr. 29 20.  S. Vandoorne 0
10.  N. Hulkenberg 26 21.  A. Giovinazzi 0
11.  F. Massa 23 22.  J. Button 0

CLASSIFICA COSTRUTTORI

1. Mercedes 330 6. Toro Rosso 33
2. Ferrari 275 7. Haas 29
3. Red Bull 174 8. Renault 26
4. Force India 95 9. Sauber 5
5. Williams 41 10. McLaren 2

Fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: