Follia di Castan Brasile

Follia di Castan in Brasile che poteva costare cara!

 

Follia di Castan Brasile! Davvero si è trattato di un intervento scioccante commesso dall’ex difensore giallorosso. Lo ha fatto ai danni del portiere della squadra rivale del Bahia Douglas.

Follia di Castan Brasile, il video ha fatto il giro del mondo!

Ora il calciatore milita nel Vasco Da Gama. Si è, però, reso protagonista di un fatto davvero increscioso. Ha colpito con la pianta del piede il viso dell’estremo difensore Douglas.

Dopo questo sconvolgente gesto ha rimediato una giusta espulsione. Certo, il calciatore ha chiesto subito scusa dopo essersi reso conto del grave atto compiuto.

Le immagini spiegano meglio di mille parole il vile e spregiudicato gesto del calciatore brasiliano. Il portiere del Bahia ha rimediato cinque punti di sutura.

Un fallo che rimane bruttissimo, anche se non volontario quello commesso dal calciatore ex Roma. Infatti nel momento in cui stava uscendo l’estremo difensore avversario stava guardando esclusivamente il pallone.

Nella stessa occasione, su calcio di punizione, ci sarebbe stata la marcatura di un suo compagno di squadra, Ygor.

Per decidere l’espulsione c’è, però, voluto l’aiuto del Var. Castan, subito dopo la partita, ha voluto pubblicare un messaggio di scuse rivolte al portiere vittima di questo gesto.

Douglas, il nome dell’estremo difensore avversario del Bahia, ha accettato immediatamente le scuse sincere dell’ex giallorosso.

Le immagini del volto del portiere sono piuttosto forti. Sono tante le echimosi e le ferite sul suo viso. Ci vorrà diverso tempo per stabilire il suo rientro in campo.

Questi gesti, anche se involontari, sono da condannare. Occorre che ci sia maggiore severità nel punirli. Non basta solo un espulsione. Bisogna colpire gli stessi autori con ammende anche pesanti.

Solo in questa maniera si potrà cercare di estirpare questi gesti al più presto. L’obiettivo zero interventi assassini è lontano da una sua concretizzazione. Ma una mano più dura è più che accettabile.

Fonte foto: pagina Twitter di Jacopo Aliprandi

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24