i bambini morti nell'incendio doloso di Greater Manchester

Inghilterra, incendio doloso in un’abitazione: tre bimbi morti

Un incendio doloso in Inghilterra, più precisamente nella contea metropolitana di Greater Manchester, ha causato la morte di tre bambini. La mamma dei piccoli e un’altra bambina, stanno, invece, lottando tra la vita e la morte. La polizia al momento ha fermato cinque sospetti. Al momento dell’incendio, in casa c’erano sette persone. Un ragazzo, fratello delle vittime, ed un suo amico, sono riusciti a fuggire all’incendio, saltando dalla finestra.

Incendio doloso a Greater Manchester

La polizia ha fermato cinque persone per l’incendio doloso scoppiato questa notte a Greater Manchester, una contea metropolitana inglese. Stando alle dichiarazioni dei vicini, i teppisti avrebbero scalato le impalcature davanti alla proprietà prima di versare un liquido infiammabile nel camino. La polizia pensa che, per causare un incendio di quelle dimensioni, potrebbe essere stato versato qualcosa anche nella cassetta delle lettere della villetta a schiera.

A quanto si è potuto appurare, prima che avvenisse l’incendio, Michelle Pearson, la madre dei sei bambini, abbia avuto un diverbio con un uomo che si trovava fuori dalla finestra dell’abitazione. Quest’ultimo, prima di andarsene, avrebbe minacciato di uccidere tutti.

Cinque teppisti fermati

Cinque persone tra i 18 e i 24 anni sono stati fermati con l’accusa di aver incendiato una villetta nella contea di Greater Manchester. Al momento dell’incendio, nella casa erano presenti sette persone. Tre bambini sono morti. La mamma di sei di questi ed un altro figlio lottano tra la vita e la morte in ospedale.

L’unico della famiglia sopravvissuto è  Kyle Pearson, 16 anni,il maggiore della famiglia, fuggito attraverso una finestra, insieme ad un amico presente al momento dell’incendio. Sembra che già in precedenza ci fossero stati degli scontri tra i teppisti e la famiglia, ma la polizia non è intervenuta. Per questo motivo la famiglia aveva installato degli alarmi che, però, non sono bastati a fermare la strage.

VAI

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Davide Luciani