Nuovo lockdown in Inghilterra di 1 mese per Coronavirus

Nuovo lockdown in Inghilterra di 1 mese per Coronavirus

 

Un nuovo e secondo lockdown sarà imposto in tutta l’ Inghilterra giovedì. Tutti i negozi, ristoranti, pub e strutture ricreative non essenziali chiuderanno per almeno quattro settimane, ha detto Boris Johnson. Sabato sera il primo ministro ha drammaticamente intensificato la risposta del Paese alla pandemia in una conferenza stampa. Ha affermato al pubblico che “dobbiamo agire ora per contenere questa ondata autunnale“, con misure che rimarranno in vigore fino al 2 dicembre.

Alle persone è stato detto di restare a casa ove possibile. Tuttavia potranno uscire per motivi legati all’istruzione, agli appuntamenti medici, per acquistare beni di prima necessità e per lavorare se non possono farlo da casa. Sarà consentito anche l’esercizio all’aperto, con membri della stessa famiglia o una persona di un’altra famiglia. Le persone potranno uscire di casa per prendersi cura di persone vulnerabili o per sfuggire a lesioni o danni. Continueranno ad essere consentite le consegne da asporto. Il regime di licenziamento, che copre l’80% dei salari dei lavoratori temporaneamente licenziati, sarà esteso per tutto novembre, ha detto il primo ministro.

Annunciando l’estensione, Johnson si è scusato per l’impatto delle misure sul coronavirus sulle imprese, dicendo: “Non mi faccio illusioni su quanto sarà difficile per le aziende che hanno già dovuto sopportare tali difficoltà quest’anno e sono veramente dispiaciuto per quello“. In base al nuovo regolamento, che sarà pubblicato integralmente martedì e votato mercoledì dai parlamentari, alle famiglie sarà vietato fare assembramenti in casa, ad eccezione dell’assistenza all’infanzia e di altre forme di sostegno.

Nuovo lockdown in Inghilterra

A differenza del primo lockdown introdotto a marzo, scuole, college e università rimarranno aperti, così come i servizi di custodia dei bambini e dei primi anni. “Non possiamo lasciare che questo virus danneggi il futuro dei nostri figli più di quanto non abbia già fatto“, ha detto Johnson. Alle persone che possono lavorare da casa verrà chiesto di farlo, ma coloro che lavorano nel settore manifatturiero e delle costruzioni saranno incoraggiati a continuare a lavorare normalmente.

Johnson ha anche annunciato il divieto di pernottamenti e viaggi internazionali in uscita, a meno che i viaggi non siano per lavoro. I luoghi di culto saranno aperti per la preghiera privata ma non per i servizi. Ha anche confermato che la Premier League continuerà. Nonostante l’imposizione di nuove misure più rigorose, le linee guida sulla schermatura non saranno ripristinate. Tuttavia, Johnson ha detto che coloro che hanno più di 60 anni o hanno condizioni di salute che li rendono più vulnerabili al virus, dovrebbero prestare particolare attenzione e ridurre al minimo il loro contatto con gli altri.

Ha insistito sul fatto che le persone dovrebbero continuare a partecipare agli appuntamenti e utilizzare i servizi dell’OMS. Il primo ministro ha detto che il governo cercherà di porre fine alle misure all’inizio di dicembre. Ha anche spiegato che la strategia di uscita dai regolamenti varierà in base alla gravità dei tassi di trasmissione del virus nelle diverse aree dell’Inghilterra. Ha detto che spera che le misure possano consentire alle famiglie di riunirsi durante il Natale.

Il Natale quest’anno sarà diverso, forse molto diverso. Ma è mia sincera speranza e convinzione che, intraprendendo un’azione dura ora, possiamo consentire alle famiglie di tutto il paese di stare insieme“, ha detto.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com