Medico corre per 35 km con la mascherina: "È sicura"

Medico corre per 35 km con la mascherina: “È sicura”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nei tempi del lockdown molti hanno affermato che correre con la mascherina fosse dannoso per la salute. Il motivo sarebbe da attribuire che la respirazione non avverrebbe in maniera regolare, in quanto la mascherina chiude parzialmente naso e bocca e non fa entrare aria a sufficienza. Un medico di nome Tom Lawton, però, corre per 35 km indossandone una per dimostrare che quanto detto in realtà non è vero.

Ha utilizzato un pulsossimetro per monitorare i suoi livelli di ossigeno. Il dispositivo medico misura la saturazione dell’ossigeno nei globuli rossi di una persona e in genere si aggancia al dito. “La maschera non si è staccata affatto (niente cibo o bevande) – e i livelli di ossigeno erano ostinatamente del 98% ogni volta che ho controllato“, ha twittato il mese scorso. In un’intervista fatta alla CNN domenica mattina, il medico dell’ICU ha affermato di voler mostrare a tutti che le maschere sono sicure da indossare e sono una necessità per frenare la diffusione del coronavirus.

Medico corre per 35 km con la mascherina: l’idea della maratona

I funzionari sanitari esortano le persone a indossare una maschera non solo per se stessi, ma per proteggere gli altri. Questa guida è stata accolta con controversia negli ultimi mesi poiché le persone si rifiutano di indossarle. “Ero frustrato perché ho visto alcune foto in cui persone sedute a una scrivania con indosso una maschera e hanno affermato che i livelli di ossigeno sono diminuiti semplicemente indossando una maschera“, ha detto Lawton.

Debitamente ispirato, Lawton ha indossato la sua maschera di stoffa a tre strati un giorno. Poi ha corso per 12 chilometri al lavoro monitorando i suoi livelli di ossigeno. Dopo il lavoro, ha corso per altri 22 chilometri. Nonostante abbia ammesso che la maschera era piuttosto scomoda, dice che i suoi livelli di ossigeno non sono mai diminuiti.

Non credo che le maschere risolveranno questo problema da sole“, ha detto Lawton. “Dobbiamo mantenere le distanze, rispettare l’isolamento, lavarci le mani e indossare una mascherina“.

 

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com