Intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello

Intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello cantante, autore e strumentista

Iniziamo la nostra intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello parlando degli esordi con Gianni Morandi…

Con Morandi è stata una collaborazione. Ero il suo chitarrista. Abbiamo fatto tante serate fra il 1968 ed il 1969, ma la cosa più importante che abbiamo fatto è un tour in America che comunque ha segnato la mia vita perché lì ho conosciuto quella che poi è diventata mia moglie, un’italo-americana, e quindi per me l’importanza di Morandi è stata fondamentale.

Mi ha davvero cambiato la vita…

“Malattia d’amore” è la tua canzone più famosa. Come nacque?

Intanto è una canzone che ha scritto Maurizio Fabrizio, un autore di tante altre bellissime canzoni, compresa “I Migliori Anni Della Nostra Vita”; è nata dal fatto che gli autori proponevano ai cantanti emergenti le loro canzoni e, dopo che l’ho ascoltata, mi è piaciuta molto. Alcuni sostengono sia stata anche orecchiata da John Lennon ispirandogli una canzone che ricordava la sua struttura e che è uscita dopo. Può darsi che lui abbia sentito e abbia reinterpretato quest’idea…

Il tuo rapporto con il calcio dato che hai anche inciso l’inno della squadra di calcio della sua città, il Derthona?

A volte io dimentico  il calcio. Sono juventino perché mio padre lo era anche lui.

Sai, il calcio è anche una questione di famiglia… L’unica cosa che posso dire è che attualmente con il mio nipotino che è interista faccio delle cose pazzesche. Del resto il calcio vive anche di queste rivalità. Ed io lo uso per sfidare lui.

Come si è evoluta la musica durante questi decenni?

Io sostengo che la musica, a partire dal Rock non è poi cambiata più di tanto. Forse le tecniche d’incisione, però diciamo che la ventata Rap ha portato una ritmica diversa. Non so se lo sapete ma J-Ax ha citato anche una mia canzone in “Come un Sasso”. Andate a cercarla… Anche i rapper trovano alcuni motivi che sono ormai nella testa per attirare attenzione e poi cantarci sopra. Una tecnica usata in principio in America.

Anche Lucio Battisti diceva che nell’ultimo periodo della sua vita ascoltava molto Hip Hop…

Sì sicuramente. Lucio Battisti poi ha fatto un percorso più complicato. Infatti gli ultimi suoi dischi bisognerebbe ascoltarli attentamente. Mi riprometto di andare ad approfondire la questione perché sono molto particolari.

So che hai lavorato anche per la Baby Records (etichetta molto in voga nei anni primi anni ottanta con artisti quali Gazebo, Den Harrow e Ricchi e Poveri) collaborando con le Orme. Cosa ricordi di questa esperienza?

Fu per un Festival di Sanremo. La Baby Records aveva ingaggiato Le Orme; non ti so dire che anno, sarà stato 1982 o 1983. Mi ricordo che Freddy Naggiar, che era il fondatore dell’etichetta, non era mai contento dell’interpretazione vocale e continuava a dire che bisognava rifarla. Fino a che non è diventata una cosa all’estremo. Poi l’ho convinto ad accettare un’interpretazione che comunque era buona. Aldo Tagliapietra è un grande cantante. A me dispiaceva che Freddy Naggiar lo stressasse. Aveva ascoltato un provino e diceva che non c’era più il modo di interpretarlo. Però è chiaro che poi passano tre / quattro mesi e lo rielabori. E’ difficile fare una cosa tale e quale.

Prima di chiudere l’intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello chiediamo, i progetti futuri?

I miei progetti futuri non sono da solo ma con altri nomi quali quelli di Gian Pieretti e Mario Tessuto. Facciamo parecchie serate e concerti collettivi; sono quelli che amo perché siamo minimo in quattro e portiamo in giro la nostra musica. Stasera qui a Lanciano c’era un pubblico bellissimo, che ha vissuto anche quel periodo (gli anni sessanta/settanta nda). Ha anche dei riferimenti con le nostre canzoni ed è quindi anche una questione emotiva e ogni volta che ci incontriamo, c’è sempre un bellissimo scambio di suggestioni.

La galleria di foto prima dell’intervista esclusiva a Giuliano Illiani in arte Donatello

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Marco Vittoria

Avatar