Pearl Jam: 30 anni fa il concerto all’Mtv Unplugged

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Pearl Jam e lo storico live all’Mtv Unplugged. Era il 16 marzo del 1992 e oggi sono esattamente trent’anni dallo storico concerto in acustico realizzato per la nota emittente musicale. Un format, quello dell’unplugged, destinato ad avere molta fortuna e che ancora oggi in tanti ricordano. Ricordiamo che l’anno dopo anche i Nirvana registrarono una performance memorabile in unplugged.

Il celebre concerto dei Pearl Jam

Il concerto venne registrato il 16 marzo 1992 poco dopo la fine del tour europeo del gruppo di Seattle, che ha visto la band impegnata nel vecchio continente con una lunga serie di concerti tra febbraio e marzo. Prima di ripartire per il tour statunitense i Pearl Jam sono a New York per le registrazioni dell’unplugged. Lo show si è tenuto presso il Kaufman Astoria Studios di New York.

“Siamo letteralmente scesi dall’aereo che ci ha portati dall’Europa agli Stati Uniti e abbiamo trascorso l’intera giornata in un grande studio di New York, tendendo il concerto di sera” ha ricordato il bassista della band Jeff Ament. “È potente, Eddie canta veramente in modo grandioso. E’ piuttosto naïf, e ciò è molto figo”.

Pearl Jam - MTV Unplugged 1992 (HD) | Mtv unplugged, Grunge music, Pearl jam

L’edizione in vinile

Durante lo show vennero eseguiti sei brani estratti dal loro primo disco Ten più il singolo State of Love and Trust, che non è mai stato pubblicato su album. Indimenticabili le versioni di Alive, e soprattutto quella di Black, che si conferma come uno dei brani più iconici della band di Eddie Vedder.

Per molti anni questo live non ha mai avuto una pubblicazione ufficiale, se non tramite bootleg illegali o video sparsi qua e là su Youtube. Solamente di recente la band ha deciso di pubblicare in via ufficiale questo live in formato vinile speciale, in occasione del Record Store Day del 2019. E l’anno dopo hanno pubblicato il concerto negli altri formati tradizionali.

 

Autore dell'articolo: Alessio Bardelli