Prestito personale: cos’è e come si fa per richiederlo

In questi ultimi anni, in Italia, si sente molto parlare di prestiti personali. L’argomento impazza sia in televisione che su internet, ma  in pochi esattamente sanno di cosa si parla in realtà. Vediamo di approfondire la questione.

Prestito personale: cos’è e come funziona

Un prestito personale è un finanziamento senza obbligo di destinazione. E’ questa la differenza con il prestito finalizzato. Detto in altri termini: è possibile ottenere una somma di denaro senza bisogno di specificare che uso ne verrà fatto. Il debito contratto è poi rimborsato a rate, con un tasso di interesse fisso e cadenza solitamente mensile. Questa differenza tra i due tipi di prestito ha anche un’altra conseguenza: mentre nel finalizzato la somma richiesta viene liquidata al rivenditore del bene o servizio oggetto del finanziamento, nel personale, il denaro viene versato direttamente al cliente, tramite accredito diretto sul conto corrente.

Questo genere di offerta è rivolta al cittadino italiano o straniero che abbia un’età compresa tra i 18 e i 70 anni,  e che sia in possesso di busta paga o possa esibire una dichiarazione dei redditi o la pensione. Per gli stranieri è richiesta la residenza in Italia da almeno un anno ed il permesso di soggiorno valido.

Va anche specificato che la somma da richiedere varia da un minimo di 200 ad un massimo di 75.000 euro e che la dilazione del rimborso, può variare da un minimo di un anno, fino a un massimo di 120 mesi.

Nel caso in cui tale prestito non fosse restituito secondo le scadenze pattuite verrebbero applicati degli interessi di mora con conseguente segnalazione dell’intestatario del prestito personale, agli enti di tutela del credito.

Infine, è giusto ricordare che, come ogni contratto regolarmente stipulato, chi lo contrae può recedere dall’accordo entro 14 giorni dalla sua sottoscrizione, attraverso una comunicazione diretta alla banca.

Il caso Ibl banca

Nel tourbillòn di offerte che ogni banca propone ai suoi clienti, spicca Il prestito personale di Ibl Banca. Presso questo istituto di credito è possibile richiedere prestiti personali da un minimo di 2.000 ad un massimo di 60.000 e dilazionarli fino ad un periodo di 120 mesi. Il vantaggio di questo genere di servizio è che è possibile richiederlo anche online, compilando l’apposito form presente sul sito. Una volta inoltrata la domanda, si verrà contattati per fissare un appuntamento e definire i dettagli dell’operazione.

IBL Banca ha realizzato una guida chiara e sintetica, in 8 punti per orientarvi prima di richiedere il vostro prestito personale.

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. La maggior parte delle conoscenze che ho in ambito tecnologico le ho apprese da autodidatta, riparo Pc e nel tempo libero mi dedico a scrivere articoli su Technoblitz.it di cui sono co-fondatore oltre a scrivere anche su Blastingnews.