PRO e CONTRO della Campagna Abbonamenti 2022-2023 dell’Atalanta

 

Ieri pomeriggio è uscita la nuova campagna abbonamenti dell’Atalanta in vista della stagione 2021-2022, partendo dalle modalità di acquisto fino ad arrivare a prezzi e garanzie. Perfetta? Non all’altezza? Si poteva fare di più? Ecco i pro e contro degli abbonamenti stessi.

Campagna abbonamenti Atalanta

Prezzi – L’Atalanta non presenta nessun rialzo per quanto riguarda i costi, bensì riesce a presentare dei prezzi giusti. Partendo prima dagli ex abbonati 2019-2020, si passa dai 265€ in Pisani (14€ a partita) a 650€ della Tribuna Rinascimento Coperta (34€ a match), fino ad arrivare a Scoperta che si va sui 390€ ed infine la Morosini sui 180€. Con un’Atalanta fuori dall’Europa i prezzi rispetto all’ultima campagna sono diminuiti del 10%, e per quanto riguarda la vendita libera i prezzi si alzano di poco (in Curva passi a 16€ mentre Tribuna Rinascimento a 41€).

Sconti – Uno dei punti più toppati dalla società l’anno scorso è stato trattato e risolto. Manca ancora il Family, ma d’altro canto sconti per Over 65, donne e Under 18 sono ben presenti: un papà con il figlio piccolo in Curva Pisani (facendo un calcolo totale) pagherebbe solo 16€ a partita. Una categoria che però poteva essere aggiunta è sicuramente quella degli studenti universitari, in modo da poter agevolare una categoria che economicamente è penalizzata tra costo degli studi e guadagni a ribasso.

Opportunità – Postilla riuscita a metà, ma andiamo per gradi. L’accordo con ATB e TEB è ottimo per lo spostamento dei tifosi in maniera completamente gratuita, così come la possibilità di avere sconti all’Atalanta Store. Se le agevolazioni per i prodotti ufficiali è vantaggiosa, dall’altra la cosiddetta lotteria per chi è presente a tutte e 19 le partite (non considerando che molti ne salteranno almeno una per motivi personali) dà poche certezze: per esempio si potevano calcolare la percentuale di partite di viste e in base a ciò ricevere qualche gadget in regalo . Ultima nota sulla mancata possibilità di poter usufruire dell’abbonamento in contesti commerciali: dal Cinema ai bar fino ai supermercati (come avveniva fino a qualche anno fa).

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Filippo Davide Di Santo