Ragazzo down salva una bimba dall’annegamento

Valerio Catoia, 17enne residente a Latina è affetto da sindrome di down. Era nella spiaggia di Sabaudia insieme ai suoi parenti quando all’improvviso si è lanciato in acqua insieme al genitore perché due bimbe si erano allontanate troppo dalla riva e non riuscivano più a tornare indietro. Il padre ed il figlio hanno salvato dall’annegamento certo le due bambine, archiviando così l’evento solo come un brutto ricordo e portandosi un risultato molto importante e significativo di una medaglia ottenuta in una gara.

La storia di Valerio

“Valerio nuota da quando aveva tre anni” è ciò che ha raccontato il suo allenatore, Roberto Cavana,che lo segue da quando ha iniziato. Valerio attraverso la polisportiva Hyperion fa attività con la FISDIR (Federazione Italiana sport paralinpici degli intellettivo relazionale). A 11 anni ha iniziato a fare le prime gare e si è sempre piazzato ad un ottimo livello sia regionale che nazionale.

A Latina la polisportiva è stata tra le prime sedi a sperimentare le attività di salvataggio, che poi hanno preso raggiunto tutt’ora il livello nazionale. Nel luglio dello scorso anno Valerio ha partecipato nel capoluogo toscano alle prime olimpiadi mondiali con gli atleti affetti da sindrome di down ed ha addirittura fatto una dimostrazione di salvataggio con un manichino davanti agli organi internazionali. L’allenatore alla fine riporta le parole del padre molto fiero del risultato del suo allievo , che Valerio  con la bambina in mare ha eseguito in modo eccelso ciò che gli è stato insegnato in questi anni durante le lezioni.

Da ricordare…

Questo non deve essere preso come una cosa scontata. Perchè un conto è utilizzare con un semplice manichino magari anche senza braccia ed un conto è con una persona a peso morto. Insomma Valerio ha preso la piccola e l’ha riportata in spiaggia così come gli è stato insegnato, salvandola da una brutta fine.

Fonte

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: