Virginia Raggi: “Così contrastiamo illegalità e abusivismo”, ecco gli interventi messi in campo a Roma

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Il sindaco di Roma, Virginia Raggi, va avanti nella sua azione di contrasto all’illegalità e all’abusivismo commerciale e illustra l’operato della Polizia Locale.

“Dalla moda alla bigiotteria, passando per la telefonia e gli alimenti, stiamo difendendo con rinnovato impegno i nostri esercenti onesti, i posti di lavoro bruciati dal mercato illegale, l’eccellenza del made in Italy, il decoro delle nostre strade, come pure l’incolumità e la salute dei cittadini – afferma Raggi – Ogni giorno i vigili sottraggono alla rete di vendita prodotti non certificati, tossici, non a norma, spesso frutto di rovistaggio e causa di rischio sanitario. Lo fanno mentre allontanano dai marciapiedi gli ambulanti abusivi e liberano gli incroci stradali da furgoncini carichi di merce illegale posteggiati in doppia fila. Un impegno che copre tutta Roma: dalle aree di pregio alla periferia perché vogliamo restituire alla capitale il decoro che merita. Con una marcia in più, costituita dai 350 nuovi vigili che integreranno l’organico già attivo. Sono le cifre di un impegno mantenuto, che ci spingono a fare di più, a proseguire con forza sempre maggiore nella lotta intrapresa in nome della legalità”.

[adrotate banner=”24″]

In questo weekend, nelle piazze e nelle vie del centro storico, gli agenti hanno provveduto al sequestro di circa 2500 pezzi provenienti da partite di merce abusiva. Questa mattina, invece, a Porta Maggiore sono stati confiscati 6 metri cubi di ciarpame e paccottiglia, mentre nei giorni scorsi la stessa sorte è toccata a 2 metri cubi di abiti e materiale elettrico.

Al mercato rionale della Montagnola sono stati confiscati oltre 200 pezzi di merce abusiva, contraffatta o non a norma. Controlli effettuati anche sul litorale romano di Ostia, con il sequestro di 10.000 pezzi appartenenti a varie categorie merceologiche.

Autore dell'articolo: Massimo Giuliano