Ravezzani

Ravezzani: “Il calcio è bello anche senza il pubblico”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Ravezzani: “Il calcio è bello anche senza il pubblico”. Uno sport come il calcio è vivo perché ci sono i tifosi a seguirlo, anche e soprattutto negli spalti. Non è della stessa idea un famoso giornalista e conduttore tv.

L’idea che quel tocco di vivacità ed eleganza donato dalla presenza dei tifosi possa anche essere messa da parte non va giù alla maggioranza degli appassionati.

Invece, c’è chi ha voluto ribadire come le emozioni possano essere percepite anche senza la presenza di pubblico negli spalti. Chi è stato a lanciare questa provocazione? Chi ha fatto scatenare la rete con risposte pepate e al limite della correttezza?

Il giornalista e conduttore tv Fabio Ravezzani ha scritto un tweet in controtendenza per il suo contenuto.  Ha fatto storcere il naso a molti, mentre alcuni si sono trovati d’accordo:

Sarà come dicono in molti un po’ monco, ma a me questo campionato anche senza pubblico piace un botto. Grazie a chi è riuscito a farlo ripartire.

— Fabio Ravezzani (@FabRavezzani) November 22, 2020

Alcuni tifosi sono concordi con l’opinione del giornalista Ravezzani

Vi sono state alcune reazioni positive in riferimento a ciò che ha scritto il conduttore tv. Per esempio, chi vede con positività questa assenza perché riduce la presenza di delinquenti tra gli spalti. Chi, invece, pensa semplicemente al fatto che il calcio garantisce la possibilità di passare qualche ora in maniera serena. Visto il momento che sta attraversando il Paese, un po’ di distrazione non guasta.

Altri non sono d’accordo e vogliono al più presto ritornare a gremire gli spalti

Per altri, invece, questa situazione è davvero preoccupante. Il calcio visto in cattedrali deserte non stimola affatto la fantasia dei molti appassionati di questo sport. Si è sottolineata soprattutto la mancanza di pathos ed emozioni generata dalla presenza degli spettatori.

È sicuramente meno emozionante del solito, ma la macchina da soldi che rappresenta non può essere in alcun modo fermata. Questo è un ultimo pensiero che mi trova pienamente d’accordo.

Fonte immagine: Facebook QSVS

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24