L'affondo di Meloni: "In Italia diritti a rischio con Covid imposto modello cinese"

Riforma del catasto, Meloni: “Inciderà sulla tassazione della casa”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Riforma del catasto, Meloni all’attacco:

“Nei documenti del Governo c’è scritto a chiare lettere che la riforma del catasto andrà ad incidere sulla tassazione della casa. Le rassicurazioni di Mario Draghi, quindi, sono totalmente infondate. L’ennesima mattanza sociale che aggraverà una situazione economica già ai limiti per famiglie ed imprese. Surreale che il Presidente del Consiglio sostenga il contrario”.

Questo è ciò che ha affermato sui suoi canali social la leader di Fratelli d’Italia.

Riforma del catasto, Meloni: “Inciderà sulla tassazione della casa”

Sul tema è intervenuto anche il leader della Lega, Matteo Salvini, partecipando in video conferenza a un incontro su “Bolletta energetica, materie prime e geopolitica”:

“Chiedo che l’unico tema economico di cui si debba occupare il governo italiano e il Parlamento sia un urgente intervento finanziario a favore di famiglie e imprese per l’emergenza energia. Non è possibile parlare di catasto, di Mef…”.

E ha aggiunto: “Il Pnrr va rivisto da cima a fondo, è un documento archeologico, va innovato” e “la transizione ecologica va elaborata”. I deputati leghisti Massimo Bitonci e Albero Gusmeroli, al termine dell’incontro con il governo, che sta tenendo bilaterali con tutti i gruppi parlamentari di maggioranza per mettere a fuoco le priorità di ciascun partito sulla delega fiscale e organizzare il calendario per il prosieguo dell’esame in commissione Finanze a Montecitorio, hanno dichiarato: “Sul catasto daremo ancora battaglia in Aula alla Camera e poi al Senato, dove i numeri in commissione sono diversi”.

“Il tema, lo abbiamo capito, è solo l’equiparazione ai valori di mercato, così si potrà fare cassa”, hanno sottolineato, spiegando che con gli emendamenti alla delega fiscale la Lega punta a una serie di priorità, “rateizzazione degli anticipi eliminando la ritenuta d’acconto per i professionisti, estensione della flat tax fino a 100mila euro con aliquota al 20%, innalzamento della no tax area ed estensione della cedolare secca”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24