Riot Games

Riot Games confusa dai troppi Valorant.. su Valorant

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Riot Games confusa dai troppi Valorant – Appena chiusasi la beta testing di Valorant, nuovo atteso gioco sparatutto tatico della Riot Games. Ma qualcosa sembra essere andato storto, e beh, a questo servono le beta no? Riscontrare gli errori per sistemarli. Ma l’errore più clamoroso non sembra dato dalla programmazione, ma dalla “scelta” dei nomi per le classifiche. Una ripetizione che avrebbe reso difficile esprimersi al meglio nel gioco. Insomma, su Valorant ci sono troppi Valorant. Spieghiamo la situazione.

Troppi Valorant: che confusione Riot Games!

Creare videogiochi, che siamo online o meno, è sempre un grosso lavoro. L’impegno che ci stà dietro un singolo parametro di un videogame è altissimo. L’epocale successo di League of Legends non smette di scemare, specie ora grazie al nuovo gioco di carte di Runeterra. Ma Riot Games non è solo LoL. Abbiamo Valorant ora, che apre le porte ad un nuovo mondo.

Il sistema di rank (livello in classifica) è simile a quello del MOBA targato Riot, con le posizioni  che partono dal bronzo sino alla più alta di tutti, ossia “Valorant“. Il nome è lo stesso dell’organizzazione di cui molti personaggi fanno parte, ma la ripetizione sembra eccessiva. Dopo la chiusura della beta, molti i giocatori in alto nella classifica hanno trovato problematica la troppa presenza della parola, e di come spiegarla al meglio ( ipotizzando di doverlo descrivere in una live o in video su Youtube, o semplicemente a parlarne con un amico ).

La soluzione via e-mail

Consapevoli della situazione, Riot ha così deciso di affibbiare un nuovo nome al Rank più alto, comprendendo la situazione assurda. La ripetizione ha creato tanta confusione, così come ha confermato in una e-mail il designer del gioco Sean Szopinski alla società gestrice, che ha deciso di cambiare immediatamente appena chiusa la beta la nominazione. Ecco cosa ha scritto nell’intervista via e-mail.

“Quando stavamo facendo il brainstorming di questi nomi, Valorant sembrava una scelta davvero fantastica per il grado più alto”[…]“Cosa potrebbe esserci di più bello che scalare le classifiche, aspirando a diventare un valoroso eroe d’élite, divenendo la personificazione del gioco stesso?! Però, avete ragione, è un po’ confusonario. Capisco. Lo cambieremo per il lancio“.

Il nuovo nome ancora non è stato rivelato, ma non passerà troppo tempo. Si era pensato inizialmente di dare come nuova nomea al top rank di “challenger”, ma essendo lo stesso che utilizzano su LoL, Riot ha preferito evitare nuovi disguidi per sovrapposizioni. Una mossa saggia.

Szopinski ha anche rivelato che dopo il raggiugimento del top rank, ci sarebbe stato un po ‘più di eccitazione dopo il lancio. Nella closed beta, i giocatori in alto nella classifica non hanno alcun incentivo a continuare a giocare. Finché vincono, non c’è una vera ricompensa e non c’è modo di vedere come si diversificano contro gli altri giocatori migliori. Se iniziano a perdere, tutto ciò che può accadere è la perdita del loro grado prestigioso. È tutto a rischio senza ricompensa. Ma non sarà così in futuro.

I cambi finali

“Per quanto riguarda la valutazione specifica per i migliori giocatori, questo è qualcosa di cui abbiamo discusso molto, e che alla fine farà parte dell’ecosistema competitivo di Valorant”, ha affermato Szopinski.

Ancora non si hanno notizie su quando verrà lanciato questo “misterioso” upgrade del sistema di ranking, ma Riot afferma che sarà più gestibile e gratificante per i giocatori. Il gioco verrà lanciato nell’estate 2020 in Europa, sarà gratuito ( eccetto alcune skin grafiche, come per LoL ). La modalità per l’aumento di rank tuttavia sarà disponibile solo dopo un paio di settimane dal lancio ufficiale del gioco.

 

Fonte Immagine: Valorant

Potrebbe anche interessarti:

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24