Roma-Genoa, Abisso annulla la rete di Zaniolo al 90′: sui social scoppia la bufera

 

Nell’anticipo della 24.a giornata del campionato di Serie A, la Roma ha pareggiato a reti bianche allo stadio Olimpico contro il Genoa, con i rossoblu che hanno giocato l’ultimo quarto di gioco in dieci per l’espulsione di Ostigard.

A far discutere tantissimo è stata la rete annullata a Zaniolo  al minuto 90 (poi espulso al 95′ per proteste) dall’arbitro Abisso, con quest’ultimo che inizialmente aveva convalidato la rete, ma poi richiamato dal VAR, ha deciso di annullarla, per un fallo precedente di Abraham.

Tifosi romanisti inviperiti a fine partita, hanno inveito contro questa decisione commentando duramente sui social:

“Che buffonata la Serie A. Fate veramente pena. Siete riusciti ad rubarci pure questa. Mi viene da vomitare”.

“AVETE ROTTO IL CAZ*O CON IL VAR”.

“Ma lasciate il campo in segno di protesta non può esistere una cosa del genere vergognatevi”.

Dovete fallire voi e questo carrozzone chiamato Serie A. State distruggendo la cosa più bella del mondo”.

“Complimenti di nuovo, ve dovrebbero radiare a tutti! Verrà sospeso domenica prossima?”

“Il  VAR non è calcio. Abisso incompetente. Questo non è quello che noi amiamo”.

“Fate schifo, siete la rovina del calcio”.

“Non ha mai fischiato contatti di questo tipo. Mai”.

“Quello che succede alla Roma è ogni volta qualcosa di assurdo e sempre incredibilmente peggio di quanto visto prima”.

“Abisso nemmeno in seconda categoria può arbitrare, questa latrina di uomo.”

“Una vergogna dietro l’altra, un campionato che oramai fa ridere il mondo intero per una terna arbitrale inefficiente”.

Queste sono azioni che o le fischi in campo oppure non devi rompere il caz*o. Ci state rovinando il calcio“.

“SCUSATE CHE CA*ZO HA TOLTO COSA C’ERA “.
 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Andrea Riva