Come scegliere la facoltà più adatta

Sono tantissimi i giovani italiani che, anche questa estate, hanno conquistato il diploma dopo un percorso fatto di studi, di fatica e di grandi cambiamenti fisici e mentali. E se spesso si tende a guardare con nostalgia agli anni del liceo, in realtà chi li vive sa benissimo che questo è un momento di forte stress, anche per via del fatto che – archiviati gli esami di stato – adesso subentrano tutte le preoccupazioni relative all’università: nemmeno il tempo di godersi un po’ di meritato riposo, che la mente deve subito attivarsi per misurare, per studiare e per compiere una scelta importantissima. Ovvero a quale facoltà universitaria iscriversi.

Maturità finita: è giunto il momento di scegliere la facoltà

Finiti gli esami, dicevamo, subentra subito un’altra preoccupazione: quale facoltà universitaria scegliere? Non si tratta di un momento da prendere alla leggera: anzi, la maturità dev’essere tale e non solo ad un mero livello di titolo di studio. Il maturando, dunque, deve capire che la scelta della sua futura facoltà determinerà quel percorso di studi (e di vita) che lo farà esordire sul mercato del lavoro un domani, e che dunque sancirà il passaggio dallo status di studente, allo status di lavoratore. Con tutti gli elementi che ne conseguono: indipendenza economica, soddisfazione personale, famiglia, carriera e quant’altro. Ecco perché capire come scegliere la facoltà più adatta è così importante.

Come scegliere la facoltà più adatta?

Scegliere la facoltà più adatta significa innanzitutto calarsi in anticipo in quel mondo che diventerà anche vostro, nell’immediato futuro: un’operazione che può essere compiuta studiando i siti web delle università, per capire quali sono le materie dei diversi corsi di studio, quali gli sbocchi professionali, e quale la professionalità dello stesso ente. Ad esempio, ci sono università come Unicusano che pubblicano consigli e notizie sul loro blog universitario: un ottimo sistema per testare l’affidabilità di un ateneo, e per strappare qualche utile dritta per scegliere il corso più adatto alle vostre esigenze o aspettative, personali e ovviamente professionali.

Capire le proprie potenzialità con il test psico-attitudinale

Oggi, vista l’era delle nuove tecnologie, è davvero facile reperire degli strumenti idonei per farvi capire quali sono le vostre potenzialità, e di conseguenza quali potrebbero essere le facoltà più adatte per voi. Per fare un esempio, su Internet è possibile trovare una serie di test psico-attitudinali perfetti per scegliere la facoltà in modo coscienzioso. Questi strumenti di orientamento universitario, infatti, includono delle domande che saranno in grado di stabilire per quali materie siete portati, e quali sono i corsi di laurea che escludono – ad esempio – le materie che mal sopportate. Ovviamente i suddetti strumenti devono essere approcciati come semplice aiuto, e non come oracoli: poi dovrete essere voi a “scommettere” sulla facoltà che vi attira di più.