Sull'energia ci sarà un piano di diversificazione dettagliato, parola di Draghi

Sull’energia ci sarà un piano di diversificazione dettagliato, parola di Draghi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

BRUXELLES – Sull’energia ci sarà un piano di diversificazione dettagliato, parola di Draghi. “E’ stato un consiglio molto importante, è stato focalizzato sulla discussione sull’energia, poi si è parlato di Covid, dell’atteggiamento dell’Ue sull’Ucraina”. Lo ha detto il presidente del consiglio, Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del consiglio europeo. “Sull’aspetto dell’energia ci sono stati passi in avanti su decisioni da prendere insieme in un momento molto difficile”, ha aggiunto, per poi ricordare come: “Gli Stati Uniti hanno promesso di aiutare l’Europa sulle forniture di gas, la prima misura è quella dell’invio di 15 miliardi di metri cubi di gas liquido, la questione importante è vedere se noi disponiamo di rigassificatori”.

“Le speranze di una diversificazione che procede rapidamente ci sono, noi speriamo di diversificare rapidamente” ha aggiunto “i progressi saranno significativi e rapidi per le prime quantità, fino al 30-40-50%, ma c’è un notevole dinamismo, c’è un senso di collaborazione tra politica, imprenditori, società interessate. Penso che in un paio di settimane saremo in grado di presentare al paese un piano di diversificazione dettagliato” ha aggiunto il Presidente del Consiglio.

Sull’energia ci sarà un piano di diversificazione dettagliato, parola di Draghi

“La situazione di partenza dei vari paesi sull’energia è molto diversa sull’approvvigionamento energetico le infrastrutture è molto diversa da paese a paese, quindi la discussione non è semplice su cosa fare di fronte ad un amento del prezzo del gas”.

“Siamo stati soddisfatti delle conclusioni, abbiamo tenuto il punto sottolineando che da noi alcune misure sono state già prese come il sostegno alle famiglie, alle imprese per mitigare gli effetti degli aumenti”, ha aggiunto, “la tassazione dei profitti straordinari da chi commercializza energia elettrica, e la possibilità di mettere un tetto al prezzo del gas, di tutto questo si è deciso che si discuterà con gli stakeholder, le grandi società petrolifere, elettriche e di distribuzione e ci sarà un consiglio dell’energia. Per maggio avremo delle proposte a riguardo”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24