Tempeste solari GPS europeo più forte dell’americano

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Tempeste solari Gps la controparte  europea più forte del sistema di tracciamento americano. “Galileo” è il sistema europeo di posizionamento e navigazione satellitare. A quanto pare, “Galileo” è un GPS che resiste molto di più alle tempeste solari rispetto ai GPS americani. Per intenderci, quelli ormai in uso in smartphone e automobili. Questa informazione è emersa dagli studi effettuati dallo Scientific Reports dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). Gli studi sono stati focalizzati proprio sulle interferenze dei segnali dei GPS. In particolar modo sulle interferenze causate nella ionosfera.

Tempeste solari GPS: i Dati raccolti dall’Ingv

L’Ingv ha registrato la più lunga serie di dati mai vista prima. Ciò è stato possibile grazie ad un ricevitore per segnali GPS. Quest’ultimo si trova a largo della Norvegia, precisamente nelle isole Svalbard. Il ricevitore è appositamente studiato per svolgere un ruolo ben preciso. Il suo ruolo è quello di rilevare le irregolarità nella ionosfera. Infatti, tali irregolarità interferiscono con l’intensità dei segnali GPS. I dati sono stati forni secondo gli studi svolti nell’arco di 11 anni.

I disturbi vengono studiati durante il ciclo solare. Infatti, il Sole passa da periodi di quiete relativamente totale. A questi si susseguono le tempeste solari. Questi ultimi, molto spesso nei periodi di massima attività, possono  investire anche il nostro Pianeta. Considerando ogni fenomeno solare, è stato possibile rilevare dove e quando il segnale regista interferenze. Così facendo sarà possibile limitare le informazioni errate con l’utilizzo del GPS.

Ma non finisce qui. L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha svolto un ulteriore ricerca. Questa riguarda i segnali emessi proprio da “Galileo”. La Costellazione europea  di satelliti nata da un accordo preso tra l’UE e l’Agenzia spaziale europea. Nello specifico, sono stati studiati i segnali ricevuti da “Galileo” insieme a quelli del GPS norvegese. Se messi a confronto il GPS e “Galileo”, il sistema  europeo è molto più resistente ai disturbi solari.

Fonte foto di copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,