Terremoto Ischia e Scosse in Italia aggiornate martedì 22 Agosto 2017 dati INGV

Aggiornamenti ed elenco degli ultimi eventi sismici, nonché del terremoto ad Ischia di  magnitudo 4.0 che finora ha fatto una vittima. Tutte le scosse registrate nel Territorio Italiano. I dati sui terremoti sono aggiornati costantemente grazie all’Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia INGV

Aggiornamenti delle Scosse di  Terremoto per zona e intensità :

Data e Ora (Italia) Magnitudo Zona
2017-08-22 11:19:20 ML 2.61 km NE Melito Irpino (AV)
2017-08-22 07:32:17 ML 2.23 km E Norcia (PG)
2017-08-22 05:48:21 ML 2.71 km NE Norcia (PG)
2017-08-22 01:44:08 ML 2.8Tirreno Meridionale (MARE)
2017-08-22 00:56:31 ML 2.0Costa Siciliana nord orientale (Messina)
2017-08-21 20:57:51 Md 4.0Ischia e costa Flegrea (Napoli)
2017-08-21 19:37:12 ML 2.9Malta [Sea]
2017-08-21 17:53:05 ML 2.02 km E Castelsantangelo sul Nera (MC)
2017-08-21 14:51:07 ML 2.94 km S Preci (PG)
2017-08-21 08:39:00 ML 2.14 km E Melito Irpino (AV)
2017-08-21 05:37:50 ML 2.38 km W Arquata del Tronto (AP)
2017-08-21 04:49:25 ML 2.4Tirreno Meridionale (MARE)
2017-08-21 03:36:38 ML 2.35 km N Tavarnelle Val di Pesa (FI)
2017-08-20 17:41:54 ML 2.13 km NW Amatrice (RI)

Tutti gli Aggiornamenti di INGV: l’istituto nasce con l’obiettivo di raccogliere in un unico polo le principali realtà scientifiche nazionali nei settori della geofisica e della vulcanologia e lo studio del terremoto, per prevenire scosse e contribuire alla salvaguardi del territorio.

Costituito nel 1999, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) raccoglie e valorizza le competenze e le risorse di cinque istituti già operanti nell’ambito delle discipline geofisiche e vulcanologiche e dei terremoti : l’Istituto Nazionale di Geofisica; l’Osservatorio Vesuviano; l’Istituto Internazionale di Vulcanologia; l’Istituto di Geochimica dei Fluidi; l’Istituto per la Ricerca sul Rischio delle scosse .

L’INGV è nato con l’obiettivo di raccogliere in un unico polo le principali realtà scientifiche nazionali nei settori della geofisica e della vulcanologia. Coopera con numerose università e altre istituzioni di ricerca nazionali e internazionali; è attualmente la più grande istituzione europea nel campo della geofisica e vulcanologia e una delle più grandi nel mondo. Le sedi principali si trovano a Roma, Milano, Bologna, Pisa, Napoli, Catania e Palermo.

La missione principale dell’INGV è il monitoraggio dei fenomeni geofisici nelle due componenti fluida e solida del nostro pianeta. All’INGV è affidata la sorveglianza della sismicità dell’intero territorio nazionale e dell’attività dei vulcani italiani attraverso reti di strumentazione tecnologicamente avanzate, distribuite sul territorio nazionale o concentrate intorno ai vulcani attivi. I segnali acquisiti da tali reti vengono trasmessi in tempo reale alle sale operative di Roma, Napoli e Catania, dove personale specializzato, presente 24 ore su 24, li elabora per ottenere i parametri dell’evento in atto.

L’INGV opera in stretto contatto con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca (MIUR)e ha legami privilegiati con il Dipartimento della Protezione Civile e con le altre autorità preposte alla gestione delle emergenze, sia a scala nazionale che a scala locale. Coopera inoltre con i Ministeri dell’Ambiente, della Pubblica Istruzione, della Difesa e degli Affari Esteri nel quadro di progetti strategici nazionali e internazionali.

L’INGV è particolarmente attento alla diffusione della cultura scientifica attraverso pubblicazioni per le scuole, mostre dedicate alla geofisica, ai rischi naturali e ambientali e pagine dedicate su Internet.

Via