Trapani, corruzione nel trasporto marittimo

Trapani, arrestati l’ex sindaco Fazio e l’armatore Morace

Trapani, bufera sulle elezioni. L’ex sindaco della città, Girolamo Fazio, 63 anni, è stato arrestato per corruzione. Assieme a lui, l’armatore Ettore Morace, con la stessa accusa, nell’ambito dell’assegnazione di fondi per il trasporto marittimo. L’imprenditore siciliano è alla guida delle società che si occupano della maggior parte delle rotte nelle acque dell’isola, Egadi, Eolie, Pelagie, Pantelleria, Ustica e Napoli, Tunisia e stretto di Messina. Morace si trova già in carcere, mentre Fazio è ai domiciliari. Sono stati arrestati anche un funzionario regionale, Giuseppe Montalto, e il segretario all’assessore regionale ai trasporti, Giovanni Pistorio.

La famiglia Morace

Circa un mese fa, l’ex Sindaco Girolamo Fazio aveva dichiarato di voler tornare primo cittadino, carica ricoperta già dal 2001 al 2012. Aveva anche indicato come possibile assessore la terza moglie del padre di Morace, l’immobiliarista Anne Marie Collart. I rapporti tra Fazio e l’imprenditore durano già da tempo. Tra l’altro, i Morace sono proprietari della Trapani calcio dal 2005. Dunque, una famiglia importante e nota nella città. Le indagini sulla vicenda di corruzione sono condotte dai Carabinieri e dalla Procura presso il Tribunale di Palermo.

E’ tempesta sulle elezioni

Già ieri le elezioni a Sindaco erano state scosse dalla richiesta della Direzione antimafia di Palermo, di soggiorno obbligatorio per il senatore Antonio d’Alì, considerato socialmente pericoloso. Era stato assolto dall’accusa ci concorso esterno nell’ambito di Cosa Nostra. Il senatore ha comunque dichiarato di aver sospeso la propria campagna elettorale ma di non essersi ritirato. Il voto verrà espresso il prossimo 11 giugno e ora i candidati sono cinque. Oltre a D’Alì e Fazio, ricandidatosi con il sostegno di alcune liste civiche, Marcello Maltese candidato dei 5 stelle, Piero Savona del Pd e Giuseppe Marascia (Città a misura d’uomo). Uno di loro sostituirà il generale dei carabinieri in congedo, Vito Damiano.

Immagine presa da: www.lasicilia.it

VIA 

     

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: