TRUMP

Trump annulla l’incontro con il Premier Danese

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nei giorni scorsi una delle notizie più curiose, riportate da tutti i media, era l’Intenzione del presidente Americano Donald Trump di acquistare la Groenlandia. Ne avevamo parlato anche noi QUI. Oggi arriva un importante aggiornamento proprio su questa questione, con lo stesso Presidente Trump che annulla l’appuntamento previsto con il premier Danese.

TRUMP ANNULLA L’INCONTRO

Nell’era dei social prendere ed annullare appuntamenti è facile e veloce: basta un tweet. Non importa se l’incontro in questione sia di tipo istituzionale. Donald Trump annuncia di aver rinviato l’incontro con il Primo Ministro Mette Frederiksen, a seguito del mancato accoglimento dell’offerta di acquisto dell’isola della Groenlandia. L’incontro, come da agenda, si sarebbe tenuto tra due settimane e slitterà a data ancora da determinare.

Si riporta il testo in lingua riportato nel tweet:

“Denmark is a very special country with incredible people, but based on Prime Minister Mette Frederiksen’s comments, that she would have no interest in discussing the purchase of Greenland, I will be postponing our meeting scheduled in two weeks for another time….”

Traducendo: “ La Danimarca è un Paese molto speciale con gente incredibile, ma stando ai commenti del Primo Ministro Mette Frederiksen, dai quali si comprende che ella non avrebbe alcun interesse ad intavolare una discussione sull’acquisto della Groenlandia, posticiperò ad altra data il nostro incontro programmato tra due settimane.”

Se per Trump l’acquisto dell’isola sarebbe un grosso affare, per il ministro danese la conversazione sulla cessione dell’isola sarebbe “assurda”.

[adrotate banner=”21″]

Una vicenda che continua a riservare sorprese e, siamo sicuri, altre ne proporrà nei prossimi giorni. Se all’inizio l’idea poteva sembrare un “capriccio” del Magnate Americano, le implicazioni politiche potrebbero invece essere molto più importanti, considerando anche le materie prime che è possibile estrarre proprio in quel paese e che fanno gola a tantissime aziende degli Stati Uniti. Vedremo gli sviluppi della vicenda nei prossimi giorni.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24