un 42 enne

Un 42 enne muore rinchiuso all’interno di una valigia

 

Tragedia in Florida, un 42 enne è morto asfissiato all’interno di una valigia. E’ avvenuto lunedì, verso l’una  a Winter Park una piccola cittadina negli Stati Uniti vicino Orlando. Al numero di emergenza 911 è arrivata una strana telefonata. Una donna di nome Sarah Boone di 42 anni, anche lei  ha chiesto aiuto alle autorità perché inviassero un’ambulanza presso la sua abitazione. Il suo fidanzato Jorge Torres jr, era incosciente e non respirava più. Sul luogo è giunta anche la polizia locale. La donna però ha dato una versione poco credibile sin da subito. Ha raccontato agli agenti, che la sera precedente stava giocando assieme al suo ragazzo a nascondino. Entrambi avevano bevuto molto. A Sarah era venuta l’idea però  di chiudere il compagno all’interno di una valigia. Dopodiché, la 42 enne è svenuta a causa del troppo alcol ingerito e si è dimenticata di Jorge.

42 enne ucciso per asfissia…..

All’arrivo degli agenti Jorge presentava alcuni lividi, un taglio sul labro e un occhio nero. Il corpo del 42 enne era già fuori dalla valigia.  Ma la versione di Sarah non ha convinto la polizia americana, che ha iniziato un’accurata indagine sull’accaduto. Soprattutto non l’ha aiutata per niente il suo racconto. La Boone ha infatti affermato di avere realizzato in un secondo momento, cioè solo il mattino seguente di essersi totalmente dimenticata del fidanzato. Gli inquirenti allora hanno analizzato il suo telefonino e poco dopo hanno arrestato la donna per omicidio.

I video sul telefonino incastrano la fidanzata

L’omicida è stata incastrata proprio da alcuni video presenti sul suo telefonino. La polizia di Orange County infatti ha rinvenuto dei filmati piuttosto compromettenti. In uno di questi Jorge gridava il nome della fidanzata e lei gli rideva addosso: ” Questo è per tutto quello che mi hai fatto”- Gridava Sarah mentre Jorge la implora di voler uscire. Secondo gli inquirenti, addirittura la donna ha costretto ad entrare nella valigia l’uomo, mentre lei gli urlava: ” Questo è quello, che fai tu quando mi strozzi”- Aggiungendo anche: ” Ti sta bene così è come mi sento quando mi tradisci”. Una storia agghiacciante dai contorni decisamente macabri.

Foto fonte in evidenza pixabay

 

 

 

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24