Violenza sessuale al Policlinico di Messina

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Violenza sessuale al Policlinico di Messina. Il cerchio si è chiuso intorno ad un infermiere Messinese, che si è reso responsabile di abusi sessuali nei confronti di una paziente dell’ospedale. I carabinieri della stazione di Gazzi hanno arrestato un uomo di 53 anni originario del luogo e incensurato per violenza carnale. Il Gip del Tribunale di Messinese ha ordinato la misura cautelare in carcere su proposta della Procura della Città. Le indagini erano state prontamente  avviate e condotte dagli uomini dell’arma, a seguito di una denuncia effettuata dalla vittima.

Violenza sessuale al Policlinico di Messina. Il fatto giudiziario….

Lo scorso 17 Febbraio, i carabinieri della locale tenenza sono intervenuti presso il Policlinico Universitario “G. Martino”, a seguito di una segnalazione effettuata da una donna ricoverata. La vittima sosteneva di essere vittima di abusi sessuali da parte di un’infermiere della struttura sanitaria. La violenza era avvenuta durante la notte. Secondo l’accusa, l’uomo, infermiere notturno presso il suo stesso reparto, le aveva somministrato un farmaco narcotizzante allo scopo di abusarne. Il medicinale, non previsto dal piano terapeutico della paziente avrebbe diminuito soprattutto il livello di difesa della degente. Questo ha permesso al “molestatore” di agire indisturbato. Nello stesso giorno, le forze dell’ordine hanno rinvenuto una fiala narcotizzante all’interno di un contenitore di rifiuti speciali, della stessa divisione medica. Sia la fiala, che gli indumenti della vittima presentavano materiale biologico incriminante.

Le indagini, l’arresto e le vittime

I carabinieri hanno cosi’ raccolto le prove e le hanno analizzate. Entrambe le tracce conducevano all’infermiere indiziato. Per questo motivo, le forze dell’ordine hanno arrestato l’uomo con l’accusa di violenza sessuale aggravata. Poi  lo hanno tradotto  presso il carcere più vicino.  Tale tempestivo intervento è stato possibile grazie alla fiducia della vittima nei confronti degli inquirenti. Purtroppo, spesso questo non avviene. Le denunce, soprattutto dei minori sono molto importanti. La risposta immediata  è frutto di sapiente lavoro. La Procura della Repubblica di Messina ha stabilito precise modalità in tal senso. In modo da tutelare sempre le vittime.

Chi sono le vittime di abusi? Il trauma psichico

Le vittime di abusi sessuali sono generalmente le categorie più deboli. I minori e le donne sono i più colpiti. Chi è vittima di violenza spesso subisce un trauma. Un disagio sia fisico, che psichico. Molti impiegano  anni per riprendersi. Nei bambini è anche peggio. In loro l’abuso è  devastante. Una sofferenza senza fine. Pochi si riprendono e solo dopo molte cure. Oggi la psicologia ha fatto passi da gigante però.

Fonte foto in evidenza

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24