Wout Van Aert

Wout Van Aert: “Dopo l’incidente ho dubitato di me stesso”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Wout Van Aert sta facendo le sue riflessioni su una stagione giunta al termine, ma vissuta ad altissima qualità. Il corridore della Jumbo-Visma è stato eletto miglior belga dell’anno per la seconda volta consecutiva. Ha vinto inoltre la Milano-Sanremo e le Strade Bianche, oltre a due tappe al Tour de France. Il secondo posto in entrambe le prove mondiali, a cronometro e in linea, è poi stato replicato al Giro delle Fiandre 2020, dove ha perso soltanto al fotofinish contro Mathieu Van der Poel.

Il corridore ha rilasciato un’intervista a Nieuwsblad  dove ha parlato della sua vittoria del premio come miglior ciclista belga della stagione: “Ho votato per me stesso in prima posizione, poi Evenepoel e per la terza ero in dubbio tra Wellens e Lampaert, poi ho messo Lampi. Non voterei mai per me stesso se pensassi che qualcun altro lo merita di più. L’anno scorso avevo messo Gilbert in prima posizione perché aveva vinto la Parigi-Roubaix. Quest’anno però sono orgoglioso dei miei successi. Ho riscoperto il mio corpo. Quando ho vinto alle Strade Bianche ero super felice della mia forma. Non avrei mai pensato che sarebbe durata fino al Giro delle Fiandre, sono orgoglioso di aver mantenuto quel livello fisico e mentale”.

Wout Van Aert, le dichiarazioni del corridore

Van Aert ha parlato anche della stagione appena conclusasi: Il momento in cui mi sono davvero sorpreso di me stesso è stata l’ultima tappa di montagna del Tour de France. Se mi avessero detto che avrei vinto la Milano-Sanremo ci avrei creduto”. Il corridore ha poi aggiunto: “Se però mi avessero detto che avrei fatto terzo in una tappa di montagna nella terza settimana del Tour tra tutti i migliori uomini di classifica, avrei riso. Se potessi cambiare un risultato quale sceglierei? I mondiali. Oppure, no, il Giro delle Fiandre. È difficile. Posso sceglierne due?”.

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu

Avatar