Yahoo venduta per 4,5 mld : Fine di un era

SAN FRANCISCO – Yahoo, una delle società fondatrici dell’era Internet, non c’e più .

Verizon Communications, un gigante di telecomunicazioni che rappresenta molte aziende telefoniche locali da quando i due studenti neo laureati a  Stanford hanno iniziato a compilare la loro famosa directory web nel 1994, ha completato il suo acquisto martedì del gruppo internet di Yahoo per 4,48 miliardi di dollari.

Il gigante sarà combinato con AOL, un altro pioniere web sbiadito, in una nuova divisione di Verizon chiamata Oath, sotto la guida del direttore esecutivo di AOL, Tim Armstrong.

Il gruppo cosi riunito ha circa 1,3 miliardi di utenti che mediamente accedono almeno una volta al mese, e Verizon spera di utilizzare la sua gamma di contenuti e creare nuove forme di pubblicità per attirare più visitatori e marketing per la piattaforma. L’azienda intende anche ridurre i costi, con il piano di licenziare circa 2.100 persone, o circa il 15 per cento del personale di Oath.

Dipendenti Yahoo e AOL a rischio

“Ora che l’accordo è chiuso, siamo entusiasti di realizzare la migliore azienda web per il consumatore e il partner migliore per i nostri pubblicitari, i nostri partner di contenuti e publisher”, ha dichiarato Armstrong.

L’amministratore delegato yahoo, Marissa Mayer, non si unirà al gruppo. Sebbene non riuscisse a reinventare Yahoo nell’era mobile, era ben compensata per i suoi cinque anni che guidava l’azienda, guadagnando in media un $ 1 milione di dollari alla settimana, visto che il prezzo delle azioni di Yahoo sotto la sua guida e più che triplicato e il valore dei suoi investimenti asiatici e salito di molto.

 

Gli azionisti avranno a disposizione azioni di una nuova società denominata Altaba che avrà  i suoi più importanti investimenti in Alibaba Group e Yahoo Japan.

Resta comunque il fatto che con la scomparsa del noto e importante marchio si chiude un era per gli internauti davvero storica.

Via

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: