Allevatori arrestati per duplice omicidio a Cagliari

Allevatori arrestati per duplice omicidio a Cagliari

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Due allevatori residenti in provincia di Cagliari sono stati arrestati dai carabinieri ieri mattina, per duplice omicidio. Sono finiti in manette Joselito Marras di 57 anni e il figlio Michael di 27 entrambi sono accusati di un terribile delitto. i due uomini, infatti avrebbero ucciso Massimiliano e Davide Mirabello, di origine calabrese rispettivamente di 35 e 40 anni per dei vecchi dissapori. Gli inquirenti hanno da subito battuto la pista dei litigi fra vicini di casa. I due erano indagati a piede libero già da circa un mese. L’omicidio è avvenuto presumibilmente nelle campagne di Dolianova, nel sud della Sardegna lo scorso 9 Febbraio.

Allevatori arrestati per duplice omicidio. Il fatto…….

Era il pomeriggio del nove febbraio scorso, quando Massimiliano e Davide Mirabello sono spariti nel nulla ,dal casolare di loro proprietà. Dopo pranzo i parenti delle due vittime – supportati da testimoni –  rimasti poi a San Gregorio di Ippona  (Vibo Valentia) hanno dato l’allarme. I fratelli Mirabello si erano allontanati volontariamente, senza un apparente motivo e senza cellulare. Secondo una prima ricostruzione delle forze dell’ordine, per recarsi forse ad un appuntamento proprio con i Marras. Probabilmente per l’ennesimo regolamento di conti. Alcuni testimoni poi hanno raccontato di avere visto la moglie di uno dei due sospettati dirigersi verso una pompa di benzina, sempre nel primo pomeriggio. La donna ha acquistato del carburante, che ha poi portato via in una tanica. Materiale infiammabile secondo gli investigatori usato per incendiare l’auto vettura dei Mirabello, una Polo Volkswagen.

Le prove a carico

L’autovettura delle vittime era stata ritrovata poi completamente bruciata alla periferia di Dolianova, solo venti chilometri da Cagliari. Poco distante, nella stessa strada comunale gli inquirenti avevano trovato un indumento, un maglione appartenente ad uno dei due scomparsi. Sul capo c’erano delle tracce di sangue, poi analizzate da Ris del capoluogo Sardo. I carabinieri avevano anche sequestrato insieme all’auto utilizzata dai due indagati, una roncola, una mazza, scarpe e guanti, elementi che hanno fornito ulteriori prove a carico dei Marras.

L’arresto

Per questo e altri fondati sospetti, il Procuratore della Repubblica Gaetano Porcu ha emesso un provvedimento di arresto nei confronti di Joselito e Michael Marras. Rimangono ancora in corso altre indagini, per individuare eventuali complici. Terze persone che hanno aiutato i presunti omicida ad occultare i cadaveri. Finora non c’è alcuna traccia dei corpi. Ma le ricerche continuano. I vigili del fuoco e dei volontari hanno già perlustrato terreni, case e stalle vicine.

Allevatori arrestati per duplice omicidio a Cagliari: il movente

Le tensioni tra i quattro uomini risalgono circa a quattro anni fa. E sono legate ad un confine di un terreno. Per questo motivo un susseguirsi di angherie e dispetti reciproci. Nel 2018 il cane era fratelli era rimasto ucciso e abbandonato davanti alla loro proprietà. Prima ancora un capanno dei Marras era andato in fumo, per un incendio. Michael Marras aveva anche subito un misterioso pestaggio. Un ‘aggressione, che gli era valsa 40 giorni di prognosi. Per questo fatto era stato sospettato uno dei Mirabello. Un strana vicenda. Probabilmente una vendetta fra vicini di casa.

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24