Amatrice: nuova scossa di terremoto di magnitudo 4.0

Non c’è pace per gli abitanti di Amatrice. Una scossa di terremoto di magnitudo 4.0 è stata registrata a 00:34 di questa notte nel paesino in provincia di Rieti. Il terremoto è arrivato anche a Roma e nelle Marche.
L’ ipocentro è stato individuato a 8 km di profondità.  L’epicentro è stato a 3 km da Amatrice, 9 da Campotosto (L’Aquila), 15 da Cortino (Teramo), 16 da Arquata del Tronto (Ascoli Piceno) e 56 km da Terni.

Amatrice: ancora scosse di terremoto

A distanza da un anno e mezzo dal terribile terremoto che ha distrutto Amatrice e causato circa 300 morti, una nuovo scossa ha fatto piombare nella paura i suoi abitanti. Questa volta la scossa è stata meno forte: magnitudo 4.0 contro il 6.0 del 24 agosto 2016. Al momento non sono stati segnalati danni a cose o persone. Ciononostante, rimane lo stato d’allerta.

Il terremoto è stato avvertito soprattutto dalle famiglie che alloggiano nelle Soluzioni abitative di emergenza, allestite nei villaggi dei comuni già colpiti dal terremoto dello scorso anno. Molte le luci accese nelle casette. Il timore di un nuovo dramma ha tenuto tutti in stato d’allerta. Nella notte sono seguite altre 15 scosse di assestamento, tutte di lieve entità. La più forte è stata di magnitudo 2.1 alle 2:41, con epicentro 3 km da Amatrice.

Nessun danno ad Amatrice

Stando alle dichiarazioni del sindaco di Amatrice, Sergio Pirozzi, rilasciate al Messaggero: “È stata una scossa forte, molto, la più forte quest’anno dopo quella del 18 gennaio. Inevitabile essere preoccupati. No, non risultano danni, anche perché non c’è più nulla da distruggere.” 

Parole che sanno anche di amarezza per una situazione critica vissuta dagli abitanti del paese laziale. Come ha fatto notare il Primo Cittadino, preoccupano soprattutto i danni psicologici di cui sono vittima gli abitanti di Amatrice. Ogni scossa di terremoto, fa tornare la paura, sprofondandoli in un incubo senza fine.
Sembra, dunque, che la sfortuna ci veda benissimo in questo caso.

VAI