animali nei circhi

Animali nei circhi: si vedranno ancora nel 2019?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Animali nei circhi: si vedranno ancora nel 2019? Il governo ha ancora qualche ora per emanare il decreto legislativo in materia

L’atto sul superamento dell’uso degli animali nei circhi è necessario per dare seguito alla Legge n.175 del 2017 “Disposizioni in materia di spettacolo e deleghe al Governo per il riordino della materia”.

Un problema molto sentito da anni da diverse associazioni tra cui Essere animali che ha postato un video dal titolo Il circo non è divertente per gli animali:

Per eseguire gli spettacoli gli animali subiscono addestramenti che violentano la loro natura e mortificano i loro corpi.

Quando non sono obbligati a umilianti acrobazie, vengono rinchiusi in gabbie anguste o in stretti recinti, altrimenti stipati in camion e spostati per centinaia di km da una città all’altra.

Allo stesso modo, è chiara la presa di posizione della Fve (Federazione dei veterinari di Europa):

Non esiste un beneficio di carattere educativo, di ricerca e di conservazione derivante dall’ utilizzo dei mammiferi selvatici in circhi con animali che possa giustificare il loro utilizzo.

Oltre alle considerazioni sul benessere, l’uso di mammiferi selvatici nei circhi può apportare dei seri rischi alla salute animale, alla salute pubblica e alla sicurezza.

Una tendenza, quella contraria agli animali nei circhi, seguita anche dagli italiani come si evince nel rapporto Eurispes del 2016

Il documento mette in evidenza come sono in aumento gli italiani contrari ai circhi con animali (da 68,3% al

71,4%) e agli zoo (54,9%).

In aumento di 12 punti anche coloro che vorrebbero più accoglienza per i pet nelle strutture alberghiere, mentre +13% vorrebbero il libero accesso degli animali nei luoghi pubblici.

Già all’interno di questo rapporto, la Lav affermava:

gli italiani si confermano contrari a uccisioni e maltrattamenti di animali. la politica dia attuazione a questa volontà, a cominciare dalle leggi ferme in parlamento in tema di circhi, pellicce, fauna selvatica.

Una considerazione diametralmente opposta viene da circoconanimali.com il quale elenca 13 falsi miti sulla presenza degli animali nei circhi tra cui:

  • Gli animali del circo vengono drogati per essere resi docili;
  • Tanti altri Paesi hanno già vietato il circo con animali;
  • Gli animali del circo sono strappati ai loro habitat naturali;
  • Gli animali sono addestrati con metodi brutali e violenti.

Quindi il governo cosa farà? Su Facebook il ministro dei Beni culturali Alberto Bonisoli si è espresso così:

So che il desiderio di molti di voi è che gli animali non vengano più usati negli spettacoli circensi.

È un desiderio che condivido anche io e che diventerà realtà nel più breve tempo possibile.

È una delle mie priorità.

Un intervento da parte del governo italiano, molto atteso perché in Europa sono già 21 i paesi che vietano l’uso degli animali nei circhi

Tra questi: Malta e Grecia abolizione totale a quelli relativi agli animali selvatici, a limitazioni parziali relative ad alcune specie.

In questo quadro si inserisce anche la Catalogna che, dopo aver messo al bando la corrida, ha previsto un termine entro il quale adeguarsi al divieto di utilizzo degli animali.

 

 

 

 

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.