Attentato Bruxelles: forte esplosione, attentatore ucciso

Ennesimo Attentato : Esplosione innescata da un presunto attentatore è avvenuta stasera alla stazione ferroviaria di Bruxelles. Immediata la reazione della polizia che ha colpito l’uomo, il quale – secondo i media – indossava una cintura esplosiva.

L’attentatore: I fili che uscivano dai vestiti… ennesimo attentato non previsto

Il quotidiano Het Laatste Nieuws ha scritto che ci sono testimoni che raccontano che l’uomo avrebbe urlato «Allah Akbar» in arabo prima dell’esplosione. I soldati avrebbero visto dei fili che uscivano dai suoi vestiti e lo avrebbero colpito subito, prima che innescasse il dispositivo. I colpi avrebbero provocato la piccola esplosione, che sarebbe confermata dalle foto che circolano sui media belgi. Ora si attende l’arrivo degli esperti degli artificieri, dal momento che sul corpo dell’individuo si scorgono ancora dei fili. Il Belgio è ancora sotto choc dopo l’attentato all’aeroporto e alla metropolitana che uccise 32 persone lo scorso mese din marzo.

Ancora non è chiaro se l’attentatore è morto, come stato annunciato in un primo momento, o ‘neutralizzato’. La stazione e la Grande- Place sono state evacuate, il traffico ferroviario interrotto e bloccate anche due linee della metropolitana. Secondo quanto riferisce l’agenzia di stampa Belga, la polizia afferma che la situazione è sotto controllo.

Duri i commenti sull’attentato :

“immaginatevi come sia possibile ora vivere in città come Bruxelles,Londra o Parigi con un minimo di tranquillità, senza aspettarsi che qualcuno vi attacchi all’arma bianca,vi investa per strada o esploda di fronte a voi…. gli attentati stanno aumentando a dismisura”

“tutti politici europei ..sono riuscii a portare la guerra il europa, ormai e’ tutto fuori controllo , si arrivera’ alla guerra civile se si continua cosi, perché manca il senso di comunità. Manca il senso di appartenenza. Ciò che invece hanno questi terroristi islamici.”
Questi i commenti a caldo delle persone, che non ne possono più di restare in uno stato di semi libertà… perché ormai molta gente ha paura di uscire, proprio ciò che il terrorismo desidera.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Autore dell'articolo: Vincenzo Amodeo