Black Shark BS-M1: mouse da gaming con connettività wireless e cablata

Black Shark Mako M1: mouse da gaming con connettività wireless e cablata

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Black Shark ha fatto subito parlare di sé per i modelli presentati di recente. L’ultima novità riguarda, sempre nel mondo del gaming, un mouse chiamato Black Shark Mako M1. Si tratta di un mouse che può essere utilizzato sia wireless, sia con il cavo. In questo modo si può scegliere se dare priorità all’autonomia o alla comodità di utilizzo.

In particolare, la confezione di acquisto include oltre al mouse, anche la batteria, un cavo di ricarica USB-C, un ricevitore USB wireless, una scocca alveolare, il manuale di istruzioni e la carta di garanzia.

Black Shark Mako M1: scheda tecnica e prime impressioni

La prima cosa da fare quando arriva il mouse è montare la batteria. Quindi basta smontare il vano che è posto subito dietro i due pulsanti principali del mouse, inserire la batteria e poi spostare lo switch dell’accensione posto sul lato inferiore. È possibile accendere il mouse con la retroilluminazione, o anche senza. In modalità wireless non accendere le luci RGB significa triplicare l’autonomia. Infatti, se con la retroilluminazione attiva, il mouse garantisce un’autonomia di 6 ore di gioco, senza di essa si può arrivare anche a 17 ore.

La batteria è da 500 mAh e necessitano circa 2,5 ore per la ricarica. Nonostante ciò, è possibile comunque giocare anche in modalità cablata, inserendo l’apposito cavo nell’ingresso USB del computer e allo stesso tempo caricare la batteria del mouse stesso. La scocca alveolare inclusa nella confezione può essere sostituita al posto di quella già presente. Una volta installata, l’impugnatura migliora, il mouse cambia completamente estetica, e tramite i fori del coperchio, è possibile anche vedere l’illuminazione RGB all’interno del muose.

Scaricando il software apposito dal sito global.blackshark.com, è possibile personalizzare tutti i singoli pulsanti, anche quelli laterali. Il software funziona solo con computer Windows e non con macOS. Sul lato superiore è presente anche il pulsante dei DPI che consente di regolare la sensibilità del cursore tra un valore di 500 fino a 10000 DPI. Il mouse da gaming Black Shark Mako M1 al momento costa 50 euro.

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com